Forum Russia Italia Il più grane punto di riferimento nel web per tutto quanto concerne la Russia!Forum Russia Italia

Les Echoes: la Polonia paga il gas pur di conservare l’indipendenza dalla Russia

Il governo ultraconservatore polacco ha stabilito che nei prossimi cinque anni si renderà completamente indipendente dalle consegne di gas russo, comunica Les Echos. La testata sottolinea però “questa indipendenza ha un prezzo”.

Il terminal di scarico per il gas naturale liquefatto a Świnoujście, il più grande dell'Europa cenrale, costerà alla Polonia 1 miliardo di euro e proabilmente il gas che verrà scaricato qui sarà comunque più costoso di quello della Gazprom.

Il progetto ricopre un ruolo chiave nella politica energetica della Polonia. Come comunica Les Echos qui verrà scaricato il gas naturale liquefatto dal Qatar, dalla Norvegia e dagli USA.

L'obiettivo del governo ultraconservatore polacco è quello di sbarazzarsi completamente delle consegne di gas russo entro cinque anni. Ad oggi l'80% del gas polacco arriva dalla Russia. Le consegne di gas vengono garantite dalla compagnia Gazprom attraverso il gasdotto Yamal, il quale si estende per 4000km.

La Gazprom vende alla Polonia 10 miliardi di metri cubi di gas all'anno nell'ambito di un contratto che scadrà del 2022. "Non prolungheremo il contratto" osserva il vice ministro dell'energia polacco Michael Kurtyka. Secondo il contratto stilato col Qatar la Polonia riceverà 2,7 miliardi di metri cubi di gas all'anno fino al 2034 scrive Les Echos.

Oltre il contratto col Qatar, la Polonia ha anche accordato delle consegne di gas da USA e Norvegia. Recentemente è avvenuta la prima consegna di gas liquefattoa dagli Stati Uniti in Europa Centrale.

Inoltre la compagnia di idrocarburi polacca, la Polish Petroleum and Gas Mining, pianifica di costruire un gasdotto attraverso la Danimarca che trasporterà gas dalla Norvegia. In questa maniera come afferma la testata francese dal 2022 la Polonia potrà ricevere fino a 10 miliardi di metri cubi di gas all'anno. "Il corridoio norvegese permetterà alla Polonia di diventare totalmente indipendente dalla Russia" ha annunciato il rappresentante della compagnia polacca Mariusz Kawnik.

Tuttavia "questa indipendenza ha un costo". Il terminale di scarico di gas naturale costerà alla Polonia 1 miliardo di euro e proabilmente il gas che verrà scaricato qui sarà comunque più costoso di quello della Gazprom. "La russia usa il gas come un'arma" ritiene Kurtyka. Ha anche ricordato come Mosca negli ultimi anni ha chiuso diverse volte "il rubinetto" del gas il che ha influito sull'Ucraina e in misura minore sulla Polonia, comunica Les Echos.