Forum Russia Italia Il più grane punto di riferimento nel web per tutto quanto concerne la Russia!Forum Russia Italia

Basket femminile, Europei Under 20: l’Italia a caccia del podio in un’edizione di alta qualità. Le azzurrine ai raggi X

Sta per cominciare la lunga trafila di campionati d’Europa e del Mondo per le nazionali giovanili maschili e femminili. Quest’anno, oltre ai classici Europei Under 20, Under 18 e Under 16 annuali, si giocano i Mondiali Under 17 maschili e femminili. L’Italia è presente in 7 manifestazioni su 8, mancando soltanto i Mondiali U17 maschili. L’Italia ospiterà gli Europei Under 18 femminili a Udine (ed è la quinta volta di fila che il Friuli Venezia Giulia ottiene un’organizzazione).

La carrellata inizia con gli Europei Under 20 femminili, in programma a Sopron, Ungheria, da domani fino al 15 luglio. Il format di questa competizione, come delle successive, è semplice: ci sono quattro gironi da 4 squadre. Tutte passano agli ottavi. Gli incroci sono del tipo A-B e C-D, secondo il meccanismo per cui la prima di un girone incontra la quarta dell’altro e la seconda incontra la terza. Dagli ottavi, si va a eliminazione diretta. Agli Europei, le tre nazionali classificate dal 14° al 16° posto retrocedono in Division B, da cui sono promosse altrettante rappresentative.

L’Italia si presenta a Sopron con una formazione che include diverse protagoniste dell’argento mondiale Under 17 di due anni fa. Tra di loro, c’è però un’assenza importante, quella di Sara Madera, che si è infortunata durante le finali nazionali Under 18. Vediamole tutte:

OLBIS FUTO ANDRE’ – Ha già debuttato in Nazionale maggiore con prestazioni di livello. L’ultima stagione l’ha disputata a Battipaglia, ma tra pochi mesi, con la maglia di Schio, sfiderà le migliori d’Europa nel ruolo di centro. La FIBA l’ha inserita nelle 12 giocatrici da osservare con attenzione per questa edizione, definendola una “rebounding machine”, una macchina da rimbalzi. Ai Mondiali Under 19 di Udine 2017 aveva già fatto la voce grossa, ed anche quest’anno è attesa su alti livelli.

ELENA CASTELLO – Per lei, che ha compiuto tutta la trafila delle giovanili azzurre, c’è stata un’ultima stagione a Broni, con 3,2 punti in 15 minuti di utilizzo medio. La sua è stata la prima stagione completa in Serie A1. Con la Nazionale ha avuto, all’ultimo Mondiale Under 19, numeri simili a quelli visti in campionato. Al momento del rinnovo con Broni, ha dichiarato di voler sì fare una buona stagione 2018-19, ma di volere prima una medaglia a Sopron.

GIULIA CECILI – È stata tra le protagoniste del mercato in corso in Serie A2: dopo una stagione a Marghera chiusa con 6,3 punti in 27 minuti di media, approderà quest’anno all’Alpo Basket di Villafranca di Verona. Il suo volto è quello del play che entra dalla panchina e può dare minuti di qualità nell’impostazione del gioco, come ha già dimostrato di saper fare durante la stagione.

LORELA CUBAJ – L’altro elemento di grande valore del reparto lunghe azzurro. Ha fatto parte del roster d’argento di Saragozza 2016 e lo scorso anno è andata a giocare negli States, alla Georgia Tech University, dove ha trovato Francesca Pan e Antonia Peresson. Se Pan è risultata la miglior realizzatrice della squadra (14,3 di media), la nativa di Terni è stata la più prolifica stoppatrice (0,8 stoppate per convegno). Ha chiuso, inoltre, con 3,3 punti e 3,1 rimbalzi di media (per rimbalzi è stata la terza migliore delle sue).

BEATRICE DEL PERO – Per lei, ultimo anno piuttosto brillante a Costa Masnaga, dove è stata utilizzata mediamente per 26 minuti segnando 8,2 punti e smazzando 2,8 assist a partita. Nel suo tragitto con la Nazionale, non è mai stata la guardia titolare, ma ha spesso prodotto quei 3-4 punti che tornano sempre utili. Ha anche lei vinto l’argento mondiale nel 2016.

MARTINA FASSINA – Il Famila Schio l’ha scelta come parte del nuovo gruppo volto a rilanciare la tradizione vincente del club. Ha giocato l’ultima stagione a San Martino di Lupari, in A1, facendosi anche notare positivamente in più occasioni. Sarà una delle punte della spedizione di quest’anno. Al Mondiale Under 19 di Udine 2017 è risultata tredicesima nella classifica degli assist, smistandone 3,7 a partita (ma nel conto vanno segnati anche 9,3 punti di media).

FRANCESCA PARMESANI – Ha chiuso in crescendo la stagione in quel di Crema, pur non riuscendo a portare la Tec-Mar più in là delle semifinali dei playoff promozione. Già presente in molte delle manifestazioni giovanili per nazionali degli ultimi anni, partirà dalla panchina. La sua miglior annata in Nazionale è stata quella con l’Under 18 del 2016 (6 punti di media agli Europei di categoria).

GIOVANNA ELENA SMORTO – Nella sfortunata stagione del Sistema Rosa Pordenone, retrocesso in Serie B, la Smorto è stata tra quelle che hanno prodotto di più, con 10 punti di media a partita. È di ieri la notizia del suo approdo a Campobasso (che sta costruendo una signora squadra per l’A2). In Nazionale, ha fatto parte del roster dei Mondiali 2016 Under 17.

ANNA TOGLIANI – Ha provato a fare il salto di qualità in quest’ultima stagione, giocando in doppio tesseramento a Venezia in A1 e a Pordenone in A2. Con la Reyer ha giocato anche scampoli di Eurocup, a Pordenone ha viaggiato a quasi 11 punti per partita. Da sempre nel giro delle giovanili, la sua miglior manifestazione è stata l’ultimo Mondiale Under 19 con 7 punti a gara in 26 minuti di impiego. Da ottobre, andrà a far compagnia a Castello in quel di Broni.

GIULIA TOGLIANI – Sorella gemella di Anna, non ne condivide però la squadra: nell’ultimo anno ha giocato a Crema, raccogliendo una media di 4,4 punti per convegno. A differenza della sorella, è entrata più recentemente nel giro delle giovanili (Europei Under 18 2016). È finita anche lei nel mirino di Campobasso in quest’estate di mercato.

VALERIA TRUCCO – Ha giocato l’ultima stagione a cavallo tra la Fixi Torino, in Serie A1, e la Libertas Moncalieri. A Torino, in particolare, ha avuto modo di fare esperienza e minuti (23 partite giocate con 2 punti di media, ma a fine stagione, quando ha avuto più spazio, non è mai scesa sotto i 6). Ha fatto parte con buoni risultati di diverse spedizioni nazionali giovanili. Dal prossimo anno la vedremo volare negli States, avendo scelto in anticipo il suo futuro: destinazione Arizona.

COSTANZA VERONA – Come Trucco, ha passato l’ultimo anno a Torino. Tra le giocatrici più interessanti del panorama giovanile azzurro, è stata tra le protagoniste italiane dell’Europeo Under 18 dello scorso anno, chiuso con 8,1 punti di media. Il suo nome compare nel roster della formazione vicecampione del mondo Under 17 del 2016.

Le avversarie delle azzurre, nel girone B, saranno Francia, Svezia e Slovacchia. Le francesi ripropongono, in buona parte, il blocco dei quarti di finale ai Mondiali Under 19 (fermate dagli USA), con Tima Pouye a guidarle, e sono le avversarie senza dubbio più ostiche del raggruppamento. Dalla Svezia, invece, il grande pericolo si chiama Klara Lundquist, che come realizzatrice non guarda in faccia nessuna a questi livelli. Teoricamente un po’ più semplice dovrebbe essere l’ostacolo della Slovacchia, che è una delle tre formazioni arrivate dalla Division B del 2017 assieme a Germania e Croazia.

Andiamo ora a vedere la composizione degli altri raggruppamenti della manifestazione, ricordando che, negli ottavi, l’Italia si incrocerà col girone A, nel quale c’è la Russia dell’ottima passatrice Viktoriia Zavialova: