Forum Russia Italia Il più grane punto di riferimento nel web per tutto quanto concerne la Russia!Forum Russia Italia

LIVE Ginnastica, Europei 2018: qualificazioni seniores in DIRETTA. Italia fuori dalla finale! Busato si infortuna al volteggio, Basile in finale al libero

Buongiorno e benvenuti alla DIRETTA LIVE degli Europei 2018 di ginnastica artistica: oggi giovedì 2 agosto si incomincia a Glasgow con le qualificazioni seniores. Si parte subito col botto all’SSE Hydro della metropoli scozzese, ci aspetta una giornata infinita al termine della quale conosceremo tutte le qualificate alle varie Finali in programma nel weekend: l’Italia vuole accedere all’atto conclusivo della gara a squadre, ma la missione non sarà semplicissima. Le azzurre sono attese da una serata davvero impegnativa nell’impianto che nel 2015 ci portò in dote il pass per le Olimpiadi di Rio 2016.

Sofia Busato, Giada Grisetti, Martina Basile, Caterina Cereghetti, Francesca Noemi Linari scenderanno in pedana alle ore 20.00 insieme a tutte le altre big del circuito: la Russia di Angelina Melnikova, la Gran Bretagna priva delle sorelle Downie, la Germania di Pauline Schaefer e Kim Bui, la Francia di Melanie De Jesus e Coline Devillard, la ormai decaduta Romania, la Svizzera priva di Steingruber e l’Ungheria di Kovacs. Un parterre di fasto pronto a regalarci emozioni e a strappare i pass per le finali, anticipato però dall’Olanda di Sanne Wevers e dal Belgio di Nina Derwael che invece gareggeranno nel pomeriggio. Si incomincerà già alle ore 11.00 con la prima suddivisione dove però non vedremo delle big.

OASport vi propone la DIRETTA LIVE degli Europei 2018 di ginnastica artistica, oggi 2 agosto vanno in scena le qualificazioni seniores: cronaca in tempo reale, minuto dopo minuto, esercizio dopo esercizio, per non perdersi davvero nulla. Si inizia alle ore 11.00 e si va avanti fino alle 22.00. Buon divertimento a tutti.

Grazie a tutti per averci seguito. Appuntamento a domani con le qualificazioni juniores valide anche per l’assegnazione delle medaglie a squadre e all-around. L’Italia sogna in grande, sfida con Russia e Francia.

22.04 Italia fuori di quattro decimi dalla finale! Quelli che ci separano da un’inammissibile Ucraina che va in finale. Dentro anche Ungheria, Spagna e Olanda.

22.00 La Francia vince il turno di qualificazione con 164.063 dinanzi a Russia (161.462), Gran Bretagna quarta con 158.795. Il Belgio è terzo con 159.331.

21.58 BASILE IN FINALEEEE! INCREDIBILEEEEEE! Il 13.100 al corpo libero basta per entrare all’atto conclusivo! Martina solleva la giornata azzurra. Era dal 1996 che non rimanevamo fuori dalla finale a squadre.

21.55 Intanto 14.033 di Melnikova alle parallele. La gara si avvia verso la conclusione, serata nerissima per l’Italia.

21.54 ITALIA FUORI DALLA FINALE A SQUADRE! Bisogna tornare indietro di decenni per trovare un nostro mancato accesso tra la magnifiche 8. Le azzurre ce l’hanno messa tutta ma sorte avversa e l’infortunio di Busato si sono rivoltate contro. Sabato non saremo in gara…

21.51 L’Italia è scivolata al sesto posto ma quasi sicuramente tre tra Russia, Gran Bretagna e Germania ci passeranno dinanzi. Ormai è finita..

21.48 L’Ungheria sorprende tutti e piazza 154.130, passano dinanzi all’Italia e ormai sembra addio sogni di gloria.

21.44 Quindi ora l’Italia è quinta: Russia, Gran Bretagna e Francia ci finiranno dinanzi. E quindi corsa sulla Germania che deve fare quaranta punti al corpo libero: è trincea…

21.42 L’Italia ha chiuso con 152.673. La Svizzera si ferma a 149.663.

21.40 E ora l’Italia fa corsa sulla Germania che tra poco sarà impegnata al corpo libero. Dobbiamo incrociare le dita per la finale..

21.39 Linari 12.166. Si chiude qui la gara dell’Italia. E ora dobbiamo aspettare le nostre avversarie.

21.35 Grisetti ottiene 12.533, non era il suo esercizio tipo e ha commesso un passettino in uscita. Ma va bene così.

21.30 Cereghetti contiene le difficoltà, giusto non rischiare. Bisogna portare a casa i punti, poche sbavature. Grisetti poi dovrà restare in piedi dopo 4 cadute consecutive.

21.28 L’Italia si trasferisce alle parallele. Cereghetti, Grisetti e Linari: servono tre esercizi di sostanza per volare in finale. Dai ragazze, fatelo per Sofia!

21.26 De Jesus chiude al corpo libero con 13.733.

21.24 La Russia sta risalendo al volteggio: 14.500 di Akhaimova e 14.333 di Melnikova.

21.22 Anche la Francia comunque non incanta al corpo libero con Boyer (12.833) e Charpy (12.700).

21.18 Siamo nel cuore della terza rotazione.

21.14 Italia comunque virtualmente quinta, Svizzera in crisi alle parallele. Ci stiamo salvando nonostante tutte le avversarie, ora dobbiamo stringere i denti per l’ultimo sforzo.

21.11 Bene Cereghetti con 13.366, almeno ci siamo difese. Ora l’Italia si deve ricompattare. C’è una rotazione alle parallele da eseguire al meglio per inseguire la finale.

21.10 Allora riparte la gara. Le ragazze devono farsi coraggio per l’ultimo salto e poi per le parallele. Cereghetti col fty.

21.09 Portata via in carrozzella. Atterraggio fatale per Busato. La sorte avversa perseguita questa ragazza. Porta a casa 13.100 (che sarà utile per la squadra) ma questa interessa poco in questo momento.

21.03 Ora l’Italia va al volteggio. Bisogna provare a spiccare il volo e ci affidiamo soprattutto a Sofia Busato che eseguirà i due salti: la comasca ha tutte le carte in regola per agguantare la finale di specialità. Apre Basile, chiude Cereghetti.

21.02 Conclusa la seconda rotazione.

21.00 Le alte difficoltà di Melnikova la salvano: 13.833 per la Campionessa d’Europa di specialità, miglior punteggio assoluto di giornata e Martina Basile scivola al quarto posto.

20.58 Fuori pedana anche di Melnikova con passo in avanti finale. Intanto 13.366 per Boyer che si meritava meno e invece così può provare a rimanere in corsa.

20.57 Ecco anche Kim Bui, eterna veterana tedesca che non si smentisce mai alle parallele: 14.200, subito alle spalle di Adlerteg e Derwael.

20.56 Anche la Francia sbaglia, Boyer tocca l’attrezzo con le mani e si chiama fuori dalla finale. E’ una specialista! Errore fatale e cambiano anche le dinamiche della corsa al podio.

20.54 Si fa vedere la Gran Bretagna al volteggio: 13.866 di Simm, 14.100 di Kinsella e 14.266 di Stanhope.

20.50 La Russia continua a faticare: 13.066 per Simakova. Intanto il 13.166 della francese Charpy alla trave.

20.48 Prima eravamo rimasti in debito di un aggiornamento: 13.733 di De Jesus alle parallele che quindi sarà fuori dalla finale per la regola dei passaporti.

20.47 Ora Russia al corpo libero, Francia alla trave, Germania alle parallele e Gran Bretagna al volteggio. Molto si potrebbe decidere proprio qui.

20.46 Parziale di 37.866 per l’Italia al corpo libero, possiamo ritenerci soddisfatti. Siamo in piena corsa per l’accesso alla finale ma molto dipenderà dalle avversarie. Ora tiriamo il alito prima di trasferirci al volteggio.

20.45 E finalmente arriva l’agognato over 13! 13.100 per Martina Basile che è addirittura terza al momento nella classifica di specialità… Devono ancora giungere i pezzi da novanta ma…

20.44 ECCOLOOOO! Martina Basile mette il Tabac ed esegue delle ottime diagonali acrobatiche, riscatto immediato dopo la caduta alla trave. E speriamo nella bontà dei giudici…

20.42 Portiamoci a casa questo 12.600 e ora stringiamoci attorno a Martina Basile che deve mettere assolutamente il Tabac: arriverà l’agognato over 13?

20.40 Discreto esercizio anche per Linari che non esagera sotto il profilo delle difficoltà e punta sull’esecuzione sbavando molto poco. Speriamo esca un buon punteggio…

20.38 Caterina esce di pedana sul doppio carpio, per il resto si salva ma il 12.166 finale è troppo poco. Ci affidiamo a Linari, annaspiamo ma cerchiamo di rimanere a galla…

20.35 Italia al corpo libero con Cereghetti, Linari e Basile. Seguirà poi la Russia con Simakova, Akhaimova e soprattutto Melnikova Campionessa in carica. Alle parallele la Germania di Schaefer e Bui oltre alla Romania. Trave per la lanciatissima Francia e per l’Ungheria. Al volteggio Gran Bretagna e Svizzera.

20.34 Si è conclusa la prima rotazione. A breve la classifica aggiornata, c’è un nuovo problematica informatico al tabellone.

20.33 Infatti arriva solo 12.766 per Melnikova. Parziale di 37.432 per la Russia alla trave, due decimi peggio dell’Italia.

20.32 Sbilanciamenti e passo in avanti in uscita per Melnikova, anche lei contratta in questo avvio. E invece la Francia vola, Bossu 14.166 alle parallele e passa il testimone alla stella Dos Santos.

20.28 Russia con gli stampini: 12.333 anche per Simakova. E ora vediamo se Angelina Melnikova alzerà la media di una trave problematica.

20.27 Intanto la Francia alza il livello di una prima rotazione critica per chiunque: 13.900 di Lorette Charpy sugli staggi.

20.26 La rumena Golgota con 13.999 è prima al volteggio e ipoteca la finale, superata Volleman.

20.23 Per l’Italia parziale di 37.666 alla trave, ora andremo al corpo libero decisamente meno rischioso e dove serviranno tre buoni esercizi sperando di sfondare anche il muro dei 13 punti.

20.22 Linari ci ha messo il cuore e tantissima sostanza, non doveva sbagliare dopo la caduta di Basile e ha completato la missione. Qualche sbilanciamento su un esercizio positivo chiuso con 12.800. Ci siamo difese con i denti…

20.22 La Svizzera chiude con solo 36.699 al corpo libero, Kaeslin la migliore con 12.700. L’Italia può provare a fare corsa sulle elvetiche e sulle magiare per la finale.

20.20 Ungheria sottotono alle parallele. 12.833 di Feher, 12.700 di Boeczoego, 12.166 di Makra: ci si aspettava di più.

20.18 CADUTA DI BASILE! Ruota senza fatale per Martina, la pressione si è fatta sentire. Momento subito critico per l’Italia, e ora ci dovrà pensare Linari…

20.17 La Romania ha già chiuso una rapida rotazione al volteggio: ottimo il 14.333 di Denisa Golgolta, poi 13.533 di Ivanus e 13.666 di Iacob.

20.16 Portiamoci a casa un buon 12.833 (5.1) che fa cassa in una giornata così. Ora tocca a Martina Basile.

20.15 Grisetti controlla bene il suo esercizio, oggi è fondamentale rimane su! Peccato per uno sbilanciamento nel finale ma la prima parte dell’esercizio è stata di qualità sotto il profilo acrobatico.

20.14 SI PARTE. Giada Grisetti alla trave apre l’Europeo dell’Italia.

20.12 Sofia Busato punta alla finale al volteggio ma ora deve fare il tifo per le compagne. La comasca ha le carte in regola per accedere all’atto conclusivo, 13.7 potrebbe anche bastare per passare vista la scarsa concorrenza.

20.10 L’Italia sta terminando il riscaldamento alla trave, c’è tensione nel nostro quintetto che vuole la finale ma sa benissimo che non sarà facile strappare il pass. Inizio poi sull’attrezzo più critico, oggi sarà fondamentale non commettere errori.

20.08 Martina Basile, Francesca Noemi Linari e Caterina Cereghetti sono tutte al primo Europeo da senior: l’emozione sarà forte. Giada Grisetti ha gareggiato lo scorso anno e si qualificò alla finale all-around, Sofia Busato si porta in dote un quarto posto al volteggio in carriera e l’infortunio dello scorso anno. Ultimi istanti di attesa…

20.06 Sale la febbre all’SSE Hydro, è il momento della verità. Lotta senza quartiere per volare in finale. E l’Italia vuole esserci, serve una prova di qualità. Ricordiamo il format di gara: 5-3-3, 3 ginnaste su ogni attrezzo e tutti i punteggi contano per la classifica. Le migliori 8 accedono alla Finale a squadre.

20.04 Si stanno per concludere i minuti di riscaldamento all’attrezzo.

20.01 L’Italia incomincerà subito alla trave e anticiperà la Russia impegnata con Alekseeva, Simakova, Melnikova. Alle parallele prima l’Ungheria delle buone Makra e Boeczoego, poi l’ambiziosa Francia con De Jesus a chiudere. Al corpo libero la poco ambiziosa Svizzera e la Gran Bretagna di Kinsella, Simm, Fenton. Al volteggio prima la Romania, poi la Germania con Voss e Golgota che tentano i due salti.

20.00 Le ginnaste entrano all’SSE Hydro e si presentano alle giurie.

19.58 L’Italia incomincia alla trave con Grisetti, Basile e Linari. Momento subito complicato sull’attrezzo più ostico.

19.55 Cinque minuti all’inizio, ormai è tutto pronto. Dobbiamo stringerci attorno all’Italia, le ragazze cercano l’impresa che è nelle loro possibilità.

19.52 La Russia si affiderà soprattutto ad Angelina Melnikova, la Gran Bretagna punterà su Kinsella, Germania nelle mani di Pauline Schaefer (iridata alla trave) e Kim Bui. Francia al completo come abbiamo detto.

19.50 Dieci minuti all’inizio della gara, le ragazze stanno ultimando il riscaldamento.

19.48 Difficile specificare una grande favorita della vigilia perché tutte le Nazioni sono infarcite di assenti: la Russia è priva di Komova, Mustafina, Eremina e Kharenkova; alla Germania manca Seitz; la Gran Bretagna non può contare sulle sorelle Downie e su Fragapane; la Romania è sempre più nobile decaduta; la Svizzera è priva della stella Steingruber. Solo la Francia sembra al top con De Jesus, Devillard e Boyer.

19.46 L’Italia si presenta con una formazione lontana da quella tipo ma le azzurre cercheranno di gettare il cuore oltre l’ostacolo e di strappare un pass per l’atto conclusivo. Sofia Busato ha le carte in regola per puntare alla finale al volteggio, poi spazio a Giada Grisetti, Martina Basile, Francesca Noemi Linari e Caterina Cereghetti.

19.44 A qualificarsi alla Finale saranno le prime otto della classifica. Bisogna fare meglio del 159.331 del Belgio per assicurarsi il pass ma potrebbe bastare anche meno visto che alcune delle magnifiche 8 potrebbero non raggiungere quella quota.

19.42 Ultima suddivisione con tutte le big: Italia, Russia, Gran Bretagna, Francia, Germania, Romania, Ungheria, Svizzera.

19.40 Bentornati amici della ginnastica. Alle ore 20.00 inizierà l’ultima suddivisione di questa infinita giornata di qualificazione agli Europei 2018.

18.52 Si chiude la terza suddivisione. Ora ci avviciniamo al momento clou della giornata: alle ore 20.00 l’ultima suddivisione con tutte le big. Spazio a Italia, Russia, Francia, Gran Bretagna, Germania, Romania, Ungheria, Svizzera. Sarà gara vera per volare nelle varie finali!

18.51 Il Belgio si porta dunque al comando con un totale di 159.331 e sopravanza l’Olanda che si ferma a 158.529, la Spagna è terza con 153.430.

18.48 La botta di Nina Derwael alle parallele! La Campionessa d’Europa piazza un buon 14.400 ma attenzione perché è seconda alle spalle di Jonna Adlerteg. La belga dovrà guardare con interesse l’ultima suddivisione… Respinto invece il ricordo per Wevers.

18.45 L’Olanda chiude la sua gara con 158.529 ma c’è ricorso in atto per il punteggio della Wevers alla trave.

18.44 Andiamo alle parallele per 13.000 di Dericks, ma cresce l’attesa per Nina Derwael.

18.42 Solo 13.366 per Wevers che rischia anche la partecipazione alla finale, come lo scorso anno ai Mondiali.

18.38 Sanne Wevers è lontana dalla precisione dei giorni più belli, ci sono stati diversi squilibri nel corso del suo esercizio alla trave. Si è visto di meglio da parte sua, aspettiamo il punteggio.

18.30 Inizia ora l’ultima rotazione della quarta suddivisione. Siamo al momento tanto atteso: Nina Derwael alle parallele e Sanne Wevers alla trave, la Campionessa d’Europa e la Campionessa Olimpica vogliono incantare sui propri attrezzi di riferimento. Olanda e Belgio inseguono la finale a squadre. Attenzione anche all’azera Inshina coi due salti al volteggio.

18.25 Il Belgio cerca di rimanere in scia all’Olanda ma paga 1.3 punti di scarto dopo tre rotazioni: 119.997 contro 118.631.

18.20 Il Belgio ora cerca la risposta al volteggio. Si incomincia con il 13.533 di Brassart.

18.13 E Sanne Wevers mette il timbro con 13.666: grande sostanza alle parallele per le oranjes che fanno un passo importante verso la finale.

18.12 Olanda molto concreta e continua: 13.400 e 13.333 per Van Pol e Van Gerner sugli staggi.

18.06 Ora la terza rotazione. Tutte le belghe hanno annunciato i due salti al volteggio, Sofia Busato osserverà attentamente. Olanda alle parallele con Van Gerner, Van Pol e Wevers. Alla trave Norvegia e Spagna, Azerbaijan e Portogallo al corpo libero.

18.05 Si è conclusa la seconda rotazione. Olanda dinanzi con 79.600, Spagna (78.632) e Belgio inseguono (77.798).

18.02 Bellissimi il doppio carpio e il doppio teso della Klinckaert al corpo libero, 13.400 e primo posto momentaneo all’attrezzo.

17.58 Interessante il 13.400 della spagnola Ana Perez alle parallele. Intanto 12.866 per Derwael al quadrato.

17.57 Arrivi un po’ imprecisi per Derwael al corpo libero ma l’espressività della belga non manca mai. Sta aspettano le sue parallele.

17.53 Il Belgio sembra essere nel limbo, Brassart non va oltre 12.633 al corpo libero.

17.47 Marina Nekrasova ottiene 2.766 alla trave (abbiamo scritto correttamente): quello dell’azera sarà il punteggio più basso degli Europei? Ovviamente tutto dovuto a un infortunio ma fortunatamente nulla di grave.

17.44 Discreto anche il secondo salto per Tisha Volleman (13.500), media di 13.866 per l’olandese che si porta al comando al volteggio dinanzi alla Belak per mezzo decimo.

17.42 Tisha Volleman spaventa tutte con un ottimo 14.233 sul primo salto al volteggio. Un bellissimo doppio avvitamento.

17.39 Uno e mezzo al volteggio per Visser e Van Pol che ottengono 13.633 e 13.800, non male per l’Olanda.

17.37 Ora la seconda rotazione. Olanda e Grecia al volteggio, attenzione ai due salti di Tisha Volleman e Argyro Afrati. Belgio al corpo libero. Norvegia e Spagna alle parallele, Azerbaijan e Portogallo alla trave.

17.33 Un paio di sbilanciamenti per Maeyllyse Brassart alla trave ma prende 13.066. Le Yellow Tigers chiudono la rotazione sui 10cm con 38.899, peccato per la caduta di Klinckaert. Olanda ferma a 37.932, prima la Spagna con 40.132 ma hanno girato al volteggio.

17.30 Per la portoghese Ana Filipa 13.200 alle parallele e terzo posto momentaneo ma la lusitana difficilmente può sognare qualche cosa di concreto.

17.28 Axelle Klinckaert cade dalla trave e anche il Belgio si complica un po’ la gara: oggi davvero non si può sbagliare nulla. Per lei solo 12.233.

17.24 Discreta Spagna al volteggio: 13.400 di Bonilla e 13.466 di Perez per un totale di 40.132.

17.22 Nina Derwael incomincia la sua gara con un buon 13.500 alla trave, migliore punteggio per il momento.

17.20 L’Olanda chiude la rotazione al corpo libero con il 13.066 di Celine Van Gerner per il 37.932 complessivo.

17.12 Tisha Volleman ottiene 12.700 al quadrato.

17.00 Le ragazze si stanno presentando alle giurie, tutto pronto per iniziare.

16.55 Nella prima rotazione della terza suddivisione: Norvegia e Spagna al volteggio, Azerbaijan e Portogallo alle parallele, Belgio alla trave, Paesi Bassi e Grecia al corpo libero.

16.53 Ormai è tutto pronto, tra poco questa lunga giornata entrerà nel vivo. Le big sono però attese alle 20.00: Italia, Russia, Francia, Gran Bretagna, Romania, Svizzera, Ungheria saranno in prima serata.

16.48 Dunque in questa terza rotazione vedremo all’opera Sanne Wevers, Campionessa Olimpica alla trave, e Nina Derwael, Campionessa d’Europa alle parallele e bronzo iridato. Le capitane di Olanda e Belgio cercheranno di guidare le proprie compagne verso la Finale. Le oranjes devono fare a meno di Eythora Thorsdottir. In questa gruppo anche la grecia di Vasiliki Millousi, l’Azerbaijan (Inshina e Nekrasova hanno qualche cosa da dire al volteggio), il Portogallo, la Spagna e la Norvegia.

16.45 Quindici minuti all’inizio della terza suddivisione, le ginnaste stanno completando il riscaldamento.

16.40 L’appuntamento è dunque con la terza suddivisione alle ore 17.00. Spiccano il Belgio di Nina Derwael e l’Olanda di Sanne Wevers.

16.16 A livello particolare: le slovene Teja Belak e Tjasa Kysselef guidano al volteggio (Gabriele Janik è sesta, praticamente out), alle parallele conduce sempre la svedese Jonna Adlerteg (14.600) sull’ucraina Diana Varinska (13.800). Alla trave si deve ancora entrare nel vivo (comanda l’ucraina Diana Varinska, 12.733), al corpo libero regge il 13.100 della svedese Jesica Castles.

16.15 Risolti i problemi con l’informatica. Ucraina in testa con 153.163, poi Polonia con 145.429 e Rep. Ceca con 143.397: forse solo l’Ucraina può sperare nella finale.

16.10 Al termine della seconda suddivisione l’Ucraina guida dinanzi a Polonia e Repubblica Ceca ma attendiamo ancora i dettagli sui punteggi, comunque nessun grande scossone. Ci stiamo preparando per la fase calda della giornata.

16.02 La terza suddivisione con l’Olanda di Wevers e il Belgio di Derwael scatterà alle ore 17.00. Intanto aspettiamo la classifica aggiornata (ci sono dei problemi all’informatica).

16.00 Chiusa la seconda suddivisione. A breve la classifica.

15.58 L’Ucraina chiude la sua gara con 153.163 e si porta al comando.

15.54 Niente di particolarmente eclatante per Varinska e Pihan, rispettivamente 12.733 alla trave e 12.700 al corpo libero.

15.46 La Radivilova cade sul doppio carpio finale, addio sogni di gloria.

15.43 L’Ucraina è alla trave ma per il momento solo 12.500 di Osipova.

15.38 Nell’ultima rotazione da non perdere il corpo libero di Marta Pihan e Gabriela Janik, da non sottovalutare la trave di Radivilova e Varinska. Turchia alle parallele.

15.35 Solo 13.400 per Yilmaz al volteggio.

15.32 Ci stiamo avviando verso la conclusione della seconda rotazione.

15.26 Diana Varinska confeziona un esercizio davvero pregevole alle parallele anche se non è stata precisissima in termini di esecuzione. L’ucraina totalizza 13.800 ed è seconda alle spalle della Adlerteg, cerca di accedere alla finale.

15.21 Intanto Fedorova 12.300 alle parallele.

15.14 Pochi sussulti di rilievo in questa rotazione, aspettiamo le parallele di Varinska.

15.10 Non è giornata per Yilmaz che fallisce anche al corpo libero. Letale la mano appoggiata sul doppio raccolto, si ferma a 12.000. La turca non può nulla nemmeno al quadrato.

15.05 Ora la terza rotazione. Da tenere d’occhio la turca Uctas con i due salti al volteggio, da non perdere le parallele dell’ucraina Diana Varinska. Polonia e Lettonia alla trave, Finlandia e Islanda al corpo libero.

14.58 Il ritorno di Pihan si ferma con un basso 11.166 alle parallele, non è facile tornare dopo essere diventate mamme.

14.55 Le ucraine hanno però eseguito dei buoni avvitamenti e mezo: 14.000 per Osipova e 13.866 per Varinska.

14.54 Inizia la seconda rotazione. Nessuna ucraina tenterà il doppio volteggio. Da non perdere le parallele di Marta Pihan al ritorno dopo la gravidanza. Sugli staggi anche la Lettonia. Uno sguardo al corpo libero della turca Yilmaz che ha delle diagonali complesse e vorrà riscattare la caduta alla trave. Alla trave Finlandia e Islanda.

14.51 Conclusa la prima rotazione. Polonia in testa con 39.766 dinanzi alla Lettonia (37.199) e alla Finlandia (34.833), Turchia inchiodata a 32.099.

14.47 Yilmaz cade su una serie acrobatica. Un vero peccato perché la turca aveva stoppato il difficilissimo teso avvitato iniziale. Per lei solo 11.633 (5.6) e addio sogni di gloria.

14.43 Solo discreto invece il 12.766 di Diana Varinska al corpo libero, l’ucraina si chiama fuori dalla finale.

14.42 Nel frattempo solo 10.166 e 10.300 per Mutlu e Uctas alla trave, ci si aspettava qualcosina in più dalle turche. Ora vediamo Yilmaz.

14.34 La media di Janik è solo di 13.466, peggio di Kysselef e Belak.

14.32 Tra poco la Yilmaz alla trave, sempre apprezzata per il teso avvitato. Vedremo se la turca ci regalerà un buon esercizio.

14.30 La Polonia chiude la rotazione al volteggio con il 13.500 di Janik e il 13.100 di Jurkowska. Totale di 39.766 alla tavola.

14.23 Si parte con il 13.166 della polacca Wiktoria Lopuszanska al volteggio e il 12.000 della finlandese Helmi Murto alle parallele.

14.17 Prima rotazione con Polonia e Lettonia al volteggio, Finlandia e Islanda al volteggio, Slovacchia e Turchia alla trave, Ucraina e Austria al corpo libero. Esercizi da tenere d’occhio? Gabriela Janik alla tavola, Goksu Uctas e Tutya Yilmaz sui 10cm, Angelina Radivilova e Diana Varinska al quadrato.

14.15 Ora le ginnaste si presentano alle giurie, pronte per iniziare la gare.

14.08 Le ragazze stanno completando il riscaldamento, tra poco inizierà la gara. Ricordiamo ancora il regolamento: si gareggia col 5-3-3. Cinque ginnaste convocate, 3 salgono su ogni attrezzo, tutti i tre punteggi vengono considerati ai fini della classifica. Si classificano alla Finale a squadre le migliori otto formazioni, si classificano alle Finali di Specialità le migliori 8 ginnaste su ogni attrezzo ma vige sempre la regola dei passaporti.

14.04 La polacca Marta Pihan-Kulesza torna a concorrere dopo il parto. In questa suddivisione vedremo all’opera anche la Turchia di Goksu Uctas e Tutya Yilmaz che possono fare bene, la Slovacchia di Barbora Mokosova, l’ucraina di Angelina Radivilova e Diana Varinska (sulla carta attese al corpo libero). A completare il parterre Lettonia, Finlandia, Islanda e Austria che hanno poco da dire.

14.02 Al momento la Repubblica Ceca guida la classifica dinanzi a Slovenia e Danimarca ma la classifica cambierà sicuramente al termine di questa suddivisione.

14.00 Bentrovati amici della ginnastica artistica. Alle ore 14.15 scenderà in pedana la seconda suddivisione per questo turno di qualificazione degli Europei 2018 di ginnastica artistica.

12.52 L’appuntamento ora è con la seconda suddivisione alle ore 14.15 con la Polonia di Marta Pihan-Kulesza, l’Ucraina di Angelina Radivilova e la Turchia di Yilmaz e Uctas.

12.51 Solo un lampo in questa prima suddivisione, quello della svedese Jonna Adlerteg alle parallele: 14.600 (6.2) e finale quasi in tasca per la scandinava. Le slovene Teja Belak e Tjasa Kysselef erano attesissime al volteggio, per loro 13.816 e 13.699.

12.50 La Repubblica Ceca si prende lo sfizio di vincere la prima suddivisione: 143.397 per Jirikova e compagne. La Slovenia chiude alle loro spalle con 141.997, poi la Danimarca con 129.696.

12.37 La Slovenia chiude con 141.997, nel finale il 12.433 e il 12.200 alla trave di Sajn e Belak. La Danimarca si ferma a 129.696, ora la Repubblica Ceca al corpo libero.

12.30 Slovenia o Repubblica Ceca, chi avrà la soddisfazione di vincere la prima suddivisione? Duello finale, ma nessuna delle due può puntare alla qualificazione alla finale a squadre.

12.25 E ora spazio all’ultima rotazione della prima suddivisione. Danimarca e Rep. Ceca al corpo libero, Slovenia alla trave. I due gruppi misti tra volteggio e parallele asimmetriche, non dovremmo assistere a grandissimi colpi di scena: questo gruppo ormai ci ha già dato il meglio.

12.20 Slovenia 108.464, Rep. Ceca 107.164, Danimarca 94.930: questa la classifica dopo la terza suddivisione.

12.17 Niente di che la georgiana Anna Subbotina, solo 12.633 di media ed è dietro a Belak e Kysselef.

12.11 La Slovenia chiude la terza rotazione con un totale di 108.464 e precede così la Danimarca ferma a 94.930. Attendiamo la risposta della Rep. Ceca impegnata alla trave.

12.05 Belak leggermente meglio alle parallele con 11.733. Niente male invece il 13.100 della svedese Jessica Castles (4.9) al corpo libero ma difficilmente basterà per andare in finale.

12.02 Kysselef si ferma a 10.000 alle parallele. Il livello della prima suddivisione è molto basso, salvo le zampate che immaginavamo tra cui quella di Adlerteg sugli staggi.

11.56 Conclusi i minuti di riscaldamento, si parte con la terza rotazione che sarà interlocutoria in questa prima suddivisione.

11.47 Ora inizia la terza rotazione. Danimarca e Rep. Ceca alla trave, Slovenia alle parallele ma senza particolari velleità. Diamo uno sguardo ai due salti al volteggio della georgiana Anna Subbotina che potrebbe sorprendere.

11.46 Rotazione disastrosa della Danimarca alle parallele, addirittura 7.666 della Winther. Slovenia avanti a metà gara con 74.998, nordiche ferme a 66.464.

11.45 Decisamente meglio il secondo salto per Belak che ripara l’errore sul doppio avvitamento e ottiene 13.933. Per la slovena media di 13.816 e primo posto nella classifica di specialità ma la giornata è appena iniziata.

11.42 Teja Belak ottiene 13.700 sul primo salto, meno della compagna. Vediamo la seconda prova.

11.40 Kysselef chiude con la media di 13.699: potrebbe anche sperare di andare in finale vista la scarsa concorrena ma ci si aspettava qualche cosa in più dalla slovena. Ora tocca a Belak.

11.38 Solo 13.766 per il primo salto di Kysselef, inizio non entusiasmante.

11.35 Anche la nostra Sofia Busato osserverà da vicino le prestazioni delle due slovene. L’azzurra vuole essere tra le migliori otto alla tavole, i risultati di Kysselef e Belak potrebbero essere determinanti.

11.32 Inizia la seconda rotazione. La Slovenia vola al volteggio: Tjasa Kysselef e Teja Belak puntano alla finale. Alle parallele Danimarca e Rep. Ceca. Al corpo libero e alla trave idue corpi misti ma senza Adlerteg che riposa dopo il botto alle parallele.

11.28 Si è conclusa la prima rotazione, la Danimarca è in testa dinanzi alla Slovenia ma siamo ben lontani dalle top.

11.22 Ultime battute di una prima rotazione lampo in cui abbiamo già potuto ammirare la stoccata di Adlerteg.

11.20 Intanto la Danimarca ha chiuso la rotazione al volteggio con un complessivo 37.366.

11.19 E’ tornata quella dei giorni più belli! La stoccata di Jonna Adlerteg, la attendevamo da due anni: esercizio bellissimo per la svedese sulle amate parallele e roboante 14.600 con 6.2 di D Score. La scandinava vede la finale.

11.15 Bjoernholdt ottiene 12.033 alle parallele, 11.000 per Sajn. Per la Danimarca arriva anche il 12.533 di Emilie Winther ma sappiamo che queste squadre hanno poche velleità.

11.10 SI PARTE. La danese Sofia Bjoernholdt al volteggio e la slovena Adela Sajn al corpo libero.

11.06 Si stanno concludendo i minuti di riscaldamento all’attrezzo.

11.01 In corso la presentazione delle ginnaste alle varie giurie, pochi istanti e ci siamo.

10.58 Cosa prevede la prima rotazione della prima suddivisione? Danimarca e Rep. Ceca saranno al volteggio, la Slovenia di Hribar e Kysselef al corpo libero. La svedese Adlerteg alle parallele insieme alla connazionale Castels, a due cipriote, a una croata e a una lussemburghese. L’altro gruppo misto alla trave, con la georgiana Anna Subbotna e la bulgara Pamela Georgieva.

10.55 Ricordiamo il format di gara: si gareggia col 5-3-3. Cinque ginnaste convocate, 3 salgono su ogni attrezzo, tutti i tre punteggi vengono considerati ai fini della classifica. Si classificano alla Finale a squadre le migliori otto formazioni, si classificano alle Finali di Specialità le migliori 8 ginnaste su ogni attrezzo ma vige sempre la regola dei passaporti.

10.52 Come già detto, l’Italia gareggerà alle ore 20.00. La nostra Nazionale cercherà di agguantare la Finale a squadre riservata alle migliori 8 formazioni. Sofia Busato punta invece all’atto conclusivo al volteggio e ha due salti di qualità con cui può davvero farcela. Il quintetto schierato da Enrico Casella è composta anche da Giada Grisetti, Martina Basile, Francesca Noemi Linari, Caterina Cereghetti: a fine giugno hanno vinto l’oro ai Giochi del Mediterraneo insieme a Lara Mori.

10.50 Dieci minuti all’inizio della gara, le ragazze stanno terminando il riscaldamento.

10.48 Nella prima suddivisione spiccano la presenza delle slovene Teja Belak e Tjasa Kysselef che cercano la finale al volteggio e della svedese Jonna Adlerteg, sempre abile alle parallele anche se reduce da stagioni travagliate per infortunio. In pedana anche Danimarca e Rep. Ceca ma non hanno grosse velleità di classifica.

10.47 Si inizia alle ore 11.00 con la prima suddivisione. Il livello si alzerà nel corso della giornata e alle ore 20.00 l’ultima suddivisione con tutte le big, tra cui anche l’Italia.

10.46 Tutto pronto all’SSE Hydro di Glasgow. La metropoli scozzese ospita la rassegna continentale della Polvere di Magnesio. Oggi sono in programma le qualificazioni seniores.

10.45 Buongiorno e benvenuti alla DIRETTA LIVE degli Europei 2018 di ginnastica artistica.