Forum Russia Italia Il più grane punto di riferimento nel web per tutto quanto concerne la Russia!Forum Russia Italia

Speciale energia: Calenda a Forum San Pietroburgo, lavoriamo per costruire rotta sud del gas

San Pietroburgo, 05 giu 14:30 - (Agenzia Nova) - La rotta Nord del gas va riequilibrata con una forte presenza della rotta sud ed è il lavoro che l'Italia sta facendo con Eni, Snam, Edison: costruire la rotta sud, bloccata in passato, che deve rinascere ed essere forte e questo avrà impatto importante sui prezzi dell'energia. Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda nel corso della Tavola rotonda italo-russa, nell'ambito del Forum economico internazionale di San Pietroburgo. "Sia in Italia che in Russia cerchiamo di essere riferimento per le aziende. L'anno scorso l'Italia è venuta qui (al forum) come paese partner, con la presenza del primo ministro. Anche oggi, senza il premier, c'è una delegazione importantissima di imprese, di banche, segno che al di là della presenza politica il rapporto è consolidato", ha aggiunto Calenda, secondo cui quest'anno si sta ricominciando a recuperare una parte dei circa 4 miliardi persi dal record del 2013. "Sono sicuro che ci arriveremo, anche se non è questa la scommessa strategica. Secondo elemento da tenere in considerazione è che dalla Russia arriva il 40 per cento gas e il 20 dell'Oil", ha affermato Calenda, ribadendo l'importanza della cooperazione in questo settore.

Il ministro ha poi ricordato gli accordi sottoscritti nel corso del Forum tra Italia e Russia. "Abbiamo firmato 3 accordi molto importanti che danno indicazione su cosa dobbiamo lavorare. Il primo è l'avvio di un progetto che si chiama Poseidon che porterà dalla Grecia alla Puglia il gas, potenzialmente il gas russo attraverso il Turkish Stream, progetto per noi fondamentale", ha dichiarato Calenda ha poi rimarcato l'importanza anche dell'accordo firmato da Tecnimont di acquisto di tecnologia avanzata su uno degli impianti di lavorazione del gas, che è molto articolato, un progetto da 3,9 miliardi di euro. "Il terzo accordo quello del Politecnico di Torino per la formazione di ingegneri", ha detto poi Calenda.

Il ministro è giunto a San Pietroburgo per prendere parte alla tavola rotonda dedicata alla cooperazione economica russo-italiana. Al seminario prenderà parte anche il vicepremier russo Arkadij Dvorkovich, competente per la supervisione politica industriale della Federazione. Dalla parte russa anche gli amministratori delegati delle società Rostekh e Rosneft, rispettivamente Sergej Chemezov e Igor Sechin. A rappresentare il “sistema italia” in Russia saranno in veste di relatori l’ambasciatore Cesare Maria Ragaglini, il presidente di Banca Intesa, Antonio Fallico e Marco Tronchetti Provera, per Pirelli & C SpA. Parteciperanno al dibattimento anche Paolo Clerici, Ad della società italiana Coeclerici. Alessandro Decio, general manager di Sace, Philippe Donnet, Ceo di Assicurazioni Generali, Gaetano Micciche, presidente di Banca Imi Spa e Francesco Starace, direttore generale di Enel. Tra i russi Aleksander Shokhin, presidente dell’Unione degli industriali russi, Petr Fradkov, direttore generale di Russian Export Center. Mikhail Kusnirovich, presidente del consiglio di sorveglianza di Bosco di Ciliegi Group. La riunione si terrà dopo la sessione plenaria, alla quale prenderà parte come oratore principale il presidente russo Vladimir Putin. (Rum)