Forum Russia Italia Il più grane punto di riferimento nel web per tutto quanto concerne la Russia!Forum Russia Italia

Speciale energia: amministratore delegato Sonatrach a “Nova”, "Algeria primo esportatore di gas in Italia”

Istanbul, 13 lug 14:15 - (Agenzia Nova) - L’Algeria ha ufficialmente sostituito la Russia come primo esportatore di gas naturale in Italia. Lo ha confermato ad “Agenzia Nova” l'amministratore delegato della compagnia energetica algerina Sonatrach, Abdelmoumen Ould Kadour. "Siamo i primi esportatori di gas naturale in Italia, la Russia viene dopo di noi", ha dichiarato Kadour al palazzo dei Congressi di Istanbul, a margine della 22ma edizione del World Petroleum Congress, quest'anno ospitato dalla Turchia. Nella struttura delle esportazioni algerine, gli idrocarburi rappresentano la maggior parte delle vendite all'estero, con una quota del 94,63 per cento del volume totale delle esportazioni nei primi cinque mesi del 2017, in aumento del 42,95 per cento rispetto allo stesso periodo nel 2016.

Secondo quanto riporta il quotidiano algerino “Echourouk”, nei primi tre mesi del 2017 le esportazioni algerine di gas verso l'Italia hanno sostituito per la prima volta in molti anni quelle della Russia. Dall’Algeria, infatti, nel periodo in esame sono arrivati 2,19 miliardi di metri cubi di gas, rispetto agli 1,55 miliardi di metri cubi importati dalla Russia. Le forniture di gas russo importate dall’Italia sono diminuite dell’8,7 per cento nel primo trimestre 2017. Le esportazioni di gas algerino verso l'Italia hanno registrato nei primi tre mesi dell'anno corrente un incremento addirittura del 93,7 per cento rispetto al medesimo periodo del 2016.

In base ai dati trimestrali diffusi da Snam nel rapporto pubblicato il 4 maggio scorso, il punto di entrata di Mazara del Vallo, dove approda il gasdotto Transmed che trasporta il gas algerino nella rete italiana via Tunisia e Mar Mediterraneo, ha registrato un incremento di 3,07 miliardi di metri cubi, pari ad aumento di oltre il 90 per cento rispetto allo stesso periodo del 2016. Per quanto riguarda i volumi immessi nel punto di entrata di Tarvisio, punto di arrivo del gasdotto Tag che importa gas russo, si è registrata una riduzione di 640 milioni di metri cubi, circa l’8,7 per cento in meno rispetto allo stesso periodo del 2016. (Res)