Forum Russia Italia Il più grane punto di riferimento nel web per tutto quanto concerne la Russia!Forum Russia Italia

Ekaterina Marmilo la perla russa del canto lirico a Roma

Roma – Il caldo estanuante a Roma ha quasi certamente incoraggiato molti romani a lasciare la Città Eterna per godersi il vento fresco in riva al mare o sui monti. Eppure il 5 luglio, il giorno in cui, secondo la splendida tradizione russa, si celebra la Famiglia, l'Amore e la Fedeltà, il salone principale del Centro Russo di Scienza e Cultura a Roma era pieno.

Elena Buldakova, fondatrice del giornale internazionale PLANET360.info (www.planet360.info), ha fatto buon uso di questa bellissima occasione per organizzare, in collaborazione con il Centro russo di Scienza e Cultura, uno splendido concerto che costituisce la prima esibizione assoluta in Italia della giovane cantante mezzosoprano russa Ekaterina Marmilo, peraltro madre di una splendida figlia da meno di un anno.

Il Direttore del Centro Russo, il Dr. Oleg Osipov, ha presentato l'artista con bellissime parole, che hanno fatto seguito alla premiazione di due coppie miste, italo-russe, che da oltre 25 anni hanno dato un modello concreto di come la cultura Italiana e quella russa convivano e producano quel felice connubio che aiuta il dialogo tra i due popoli, un modello che incoraggia i giovani a credere nell'importanza di costruire una propria famiglia, dove l'amore vince ogni differenza e divisione.

L'esibizione di Ekaterina Marmilo, stella nascente della scena operistica russa ed internazionale, ha suscitato molta curiosità ed è stata premiata dall'entusiasmante apprezzamento del pubblico, accorso numeroso. Basti dire che molti tra gli ospiti dell'evento hanno registrato sui loro telefoni cellulari buona parte dei brani eseguiti dalla Mormilo accompagnata al pianoforte dalla pianista Marina Ciubotaru.

Gli spettatori di provenienza russa non hanno nascosto le proprie emozioni durante l'irreprensibile esecuzione di canzoni che fanno parte del patrimonio tradizionale russo, come "Eco" e "Le nostre mamme". Il pubblico italiano e straniero ha spesso accompagnato il canto di alcune famose arie italiane.

Dopo il termine dell'ultimo brano previsto dal programma, Ekaterina Marmilo non ha potuto lasciare la scena per oltre 25 minuti, sollecitata dal pubbico, spesso in piedi per interminabili e calorosissimi applausi, trascinandola in una serie infinita di bis.

Un regalo finale al pubblico è stata la stupenda canzone russa "Nadesda".

L'esibizione di Ekaterina ha mandato in estasi i fortunati presenti, tra cui evidentemente c'erano molti appassionati ed intenditori. Difatti, la sua tecnica canora è decisamente apprezzabile, con un timbro di voce invidiabile e sempre sicuro e pieno. Tutto ciò viene ancor più esaltato dalla sua presenza scenica, estremamente naturale, in grado di descrivere molto efficacemente i sentimenti espressi da ogni personaggio delle romanze da lei eseguite, a partire da quelle significative pause all'inizio di ogni canzone che rivelano la ritualità con cui l'artista si cala completamente nel personaggio che sta per interpretare.

All'artista russa, che l’ha molto apprezzato, sono anche pervenuti i saluti personali ed il benvenuto in Italia dal Direttore Artistico del Teatro dell'Opera di Roma, il Mo. Alessio Vlad, con una lettera inviata al Segretario Generale di PLANET360.info per ringraziarlo dell'invito, rammaricandosi di non essere presente essendo impegnato altrove.

Al Maestro Vlad, come a molti altri in Italia, non mancherà l'occasione di apprezzare questa bella voce di persona, visto che Ekaterina Marmilo sarà ben presto di nuovo nella patria della Musica Lirica.

Video di planet360.info. Le immagini fotografiche sono di Anton Ovcharov, fotografo di San Pietroburgo.

View the embedded image gallery online at:
http://www.agoramagazine.it/index.php?option=com_k2&view=item&id=26762:ekaterina-marmilo-la-perla-russa-del-canto-lirico-a-roma&Itemid=628#sigFreeId6ecfdfaa38

Sei arrivato fin qui Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Agoramagazine.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente. Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di agoramagazine.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo. Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino al giorno. Sostieni Agorà Magazine I nostri siti non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore