Forum Russia Italia Il più grane punto di riferimento nel web per tutto quanto concerne la Russia!Forum Russia Italia

Mondiali Fimba: per l'Italia due ori e due argenti

MONTECATINI - Due medaglie d'oro. Due medaglie d'argento. E’ un’Italia sfavillante quella che chiude i mondiali Fimba di Montecatini, che chiude l'edizione con un grande concorso di pubblico, un totale di quasi 40mila persone in dieci giorni di grande pallacanestro con seimila atleti e 367 partite giocate. 

L’attesissima Over 50 di Mario Boni si impone 69-65 contro la Russia in una partita giocata punto a punto fino all’ultimo secondo e sale così sul tetto del mondo un anno dopo aver conquistato l’Europa a Novi Sat, in Serbia. Grande risultato anche per l’Over 40 di Leonardo Busca e Max Monti, che doma nella finalissima l’Argentina 85-61. Infine, onore all’Over 60, che cade contro gli Stati Uniti 80-53, e all’Over 55, che nulla può contro i fortissimi sloveni di Slavko Kotnik, visto a Venezia nel 93-94 e autentico dominatore della partita con 27 punti finali. 

OVER 50 - Tutti i riflettori sono puntati sulla squadra allenata da Alberto Bucci e guidata dagli idoli locali Mario Boni e Flavio Carera. Di fronte la Russia, che si dimostra subito forte, atletica e tecnica. La partenza è contratta per gli azzurri ma due siluri da fuori di Claudio Capone riportano l’equilibrio nel primo tempo, dove un paio di accelerate del solito Angeli, miglior realizzatore con 21 punti, danno l’illusione della fuga azzurra subito respinta al mittente dagli avversari. Splendido il duello tra il play tascabile nato a Rimini e il pari ruolo russo Iaichun, veloce e preciso al tiro proprio come Angeli. Si va a riposo con l’Italia avanti di sei e Boni con già 3 falli. Nella ripresa Super Mario commette subito il quarto e Bucci è costretto a farlo uscire. Tra i protagonisti spicca anche Carera, con la sua solita difesa d’acciaio e incisivo anche in attacco, alla fine segna sette punti e rispolvera anche il suo leggendario semigancio. La Russia però non molla un centimetro, nell’ultimo quarto arriva ossigeno importante da Bullara, anche lui in doppia cifra con dieci punti, Montecchi ed Esposito, freddo dalla lunetta ed efficace anche nella metà campo difensiva a dispetto di un piede gonfio come un pallone. Dalla Libera cattura l’ultimo rimbalzo prima del disperato tentativo dei russi di andare a canestro con una preghiera da metà campo. L’Italia è campione del mondo.


OVER 55 - Nulla da fare per Tirel e compagni contro una Slovenia troppo forte e molto più riposata, avendo giocato una partita in meno e dal tragitto decisamente meno complicato, avendo affrontato due squadre della Moldavia tra ottavi e quarti per poi avere la meglio in semifinale in un derby tutto sloveno. Gli azzurri si presentano con McNealy a mezzoservizio, anche Ceccarelli e Tirel non sono al cento per cento. Ciò detto nulla toglie al merito degli avversari, che dominano a rimbalzo, forzano tantissime palle perse agli azzurri controllando senza troppi patemi l’intera partita. Solfrini e Sbarra gli ultimi a mollare, autori rispettivamente di 10 e 12 punti. Menzione di merito al leader della Slovenia Slavko Kotnik, 27 punti, alla Reyer Venezia nel 1994, l’anno della retrocessione. 


OVER 40 - Campione del mondo anche l’Italia over 40 di coach Vincenzo Ritacca, che batte agevolmente l’Argentina 85-61 al Palavinci di Montecatini. Una grande soddisfazione per un gruppo a forte trazione bolognese, vista la presenza, oltre che del coach, di giocatori quali Colendi, Calanchi, Tassinari e Stignani.


OVER 60 - Onore e grandi complimenti vanno infine all’Over 60 allenata da Tonino Zorzi, che niente può contro gli Stati Uniti. 80-53 il punteggio finale, per una medaglia d’argento comunque da considerarsi un grande risultato per una squadra che ha divertito il pubblico locale in ogni singola partita. 


Qui sotto i tabellini delle partite giocate dalla Nazionale Over 50 e Over 55.