Forum Russia Italia Il più grane punto di riferimento nel web per tutto quanto concerne la Russia!Forum Russia Italia

SORTEGGIO GIRONI MONDIALI 2018/ Diretta streaming video e tv: ecco il gruppo più incerto

Diretta sorteggio Mondiali 2018: info streaming video e tv, la cerimonia della composizione dei gironi che formeranno la prima fase della Coppa del Mondo in Russia. Italia assente

I Mondiali 2018 di Russia hanno una rilevanza anche politica, non a caso Vladimir Putin ha voluto Pelè e Diego Armando Maradona con sé. La matrice geopolitica si evince dalla gara inaugurale del 14 giugno, i cosiddetto “derby del petrolio” Russia-Arabia Saudita. Mosca e Riad in questi ultimi due anni hanno determinato le politiche di tagli alla produzione di greggio per contrastare la diffusione dello shail oil americano e la caduta dei prezzi. Tornano alle questioni sportive, il circolo dei campioni del mondo - costituito da Francia, Argentina, Brasile e Germania - dovrebbe avere vita facile nei rispettivi gironi che potrebbero favorire delle sorprese negli incroci dagli ottavi. Si fa fatica a trovare dei veri antagonisti, fatta eliminazione per la talentosa Croazia. L'Australia potrebbe emergere, mentre nel girone del Brasile gli occhi sono puntati anche sulla Serbia. Il girone più incerto è l'ultimo: Polonia, Senegal, Colombia e Giappone. (agg. di Silvana Palazzo)

ALL'ARGENTINA IL GRUPPO PIÙ COMPLICATO

I lavori dei Mondiali di Russia 2017 sono stati aperti ufficialmente oggi con il sorteggio dei gironi. Il panorama è affascinante, ma la gara inaugurale manca senza dubbio di appeal. Abituati a sfide come Brasile-Croazia, come avvenuto nell'ultima rassegna, si parte invece con Russia-Arabia Saudita. La notizia è solo statistica: c'è la prima squadra asiatica a disputare una gara inaugurale. I padroni di casa hanno senza dubbio grandi possibilità di passare, visto che dovranno vedersela con Uruguay, la Nazionale più forte del girone, ed Egitto, oltre all'Arabia Saudita. “È stata una fase di qualificazione intensa e il nostro paese attende il momento d'inizio di questa competizione: la ospiteremo al massimo livello d'impegno possibile. Sappiamo ospitare i nostri amici, la nostra ospitalità è famosa. Siamo orgogliosi che tocchi a noi”, il commento del presidente russo Vladimir Putin. Tra le novità la mancanza di un vero girone di ferro. Quello più duro lo ha avuto l'Argentina, che se la vedrà con Croazia, Nigeria e Islanda. Qualche azzardo potrebbe correrlo la Francia, che se la vedrà con Australia, Perù e Danimarca. Sulla carta però restano favorite al passaggio del turno. (agg. di Silvana Palazzo)

ECCO GLI OTTO GRUPPI!

Da qualche minuto sono stati completati gli otto gironi della fase finale di Russia 2018, andiamo a riepilogarli brevemente. Gruppo A: Russia, Arabia Saudita, Egitto, Uruguay. Gruppo B: Portogallo, Spagna, Marocco, Iran. Gruppo C: Francia, Australia, Perù, Danimarca. Gruppo D: Argentina, Islanda, Croazia, Nigeria. Gruppo E: Brasile, Svizzera, Costa Rica, Serbia. Gruppo F: Germania, Messico, Svezia, Corea del Sud. Gruppo G: Belgio, Panama, Tunisia, Inghilterra. Gruppo H: Polonia, Senegal, Colombia, Giappone.  La partita inaugurale sarà Russia-Arabia Saudita, in programma venerdì 14 giugno 2018 alle ore 18.00 locali (le ore 16.00 italiane). Il gruppo A, quello comprendente i padroni di casa, si preannuncia il più equilibrato di tutti, mentre Portogallo e Spagna non dovrebbero avere grosse difficoltà a passare il turno considerando il valore tecnico delle nazionali di Marocco e Iran; stesso discorso per Belgio e Inghilterra che a questo punto si contenderanno il primo posto nel girone G. Si qualificano le prime due di ciascun girone ma le seconde classificate rischiano di avere incroci piuttosto pericolosi sin dagli ottavi. (agg. di Stefano Belli) SORTEGGIO RUSSIA 2018, DIRETTA STREAMING SU RAI 2

COMINCIANO LE ESTRAZIONI DALLE URNE

Nella Sala Concerti del Cremlino procede a pieno regime la composizione degli otto gironi della fase finale di Russia 2018. Si conoscono già i primi abbinamenti, nel gruppo A si scontreranno Russia e Uruguay, mentre Portogallo-Spagna rappresenterà sicuramente il piatto forte offerto dal gruppo B; nel gruppo C la Francia dovrà vedersela col Perù mentre l'Argentina incontrerà la Croazia nel gruppo D. La Svizzera è capitata nel gruppo E capitanato dal Brasile, i campioni del mondo in carica della Germania nel gruppo F si ritrovano con il messico, l'Inghilterrà sarà sicuramente l'avversario più temuto dal Belgio nel gruppo G; Polonia-Colombia è il primo abbinamento che riguarda invece il gruppo H. Per cui non servirà attendere la fase a eliminazione diretta per assistere a match avvincenti tra nazionali competitive. (agg. di Stefano Belli) 

OTTO LEGGENDE DEL CALCIO SUL PALCO

Mentre all'esterno della Sala Concerti del Palazzo di Stato del Cremlino imperversa una fitta nevicata che sta imbiancando la città di Mosca, prosegue il cerimoniale della FIFA durante il quale è stato premiato anche Miroslav Klose, nominato ambasciatore di Russia 2018 nonché miglior marcatore nella storia dei mondiali di calcio, che quattro anni fa ha raggiunto il sogno di vincere indossando la maglia della sua nazionale, quella tedesca. C'è stato tempo anche per assistere a un paio di esibizioni folkloristiche che hanno preceduto l'ingresso sul palco di otto leggende del calcio mondiale: stiamo parlando di Gordon Banks, Nikita Simonyan, Diego Forlan, Diego Armando Maradona, Laurent Banc, Cafu, Carles Puyol e Fabio Cannavaro. Saranno loro, infatti, a estrarre le palline dalle urne e a formare gli otto gironi della fase finale, sotto la supervisione di Gary Lineker. (agg. di Stefano Belli) 

IL SALUTO DI PUTIN E INFANTINO

Nella Sala Concerti del Cremlino è cominciato il cerimoniale della FIFA dove verranno stilati gli otto gironi della fase finale di Russia 2018. Non potrebbe essere un sorteggio più malinconico per noi italiani che ci siamo autoesclusi dalla grande festa. Ad aprire le danze è il presidente russo Vladimir Putin che augura buona fortuna alle trentadue nazionali partecipanti, seguito dal presidente FIFA Gianni Infantino che ringrazia i padroni di casa per aver ospitato la ventunesima edizione della kermesse iridata che si tiene ogni quattro anni, e soprattutto per i grandi sforzi compiuti per approntare tutte le infrastrutture necessarie. Dopo i convenevoli arriverà il momento più atteso, quello in cui le otto leggende del calcio internazionale (tra le quali il nostro Fabio Cannavaro) estrarranno le palline dell'urna per formare i vari raggruppamenti. (agg. di Stefano Belli)

TUTTO PRONTO PER IL VIA DEL CERIMONIALE

E' arrivato il momento del sorteggio dei Mondiali 2018 anche se purtroppo dalle urne non vedremo uscire il nome dell'Italia. Come tutti sanno infatti la nazionale azzurra non parteciperà alla manifestazione in Russia, eliminata in uno spareggio contro la Svezia che è rimasto nella mente del nostro paese come un vero incubo. Il sorteggio dei gironi inizierà fra pochi minuti alle 16.00, ora italiana, in diretta dalla Sala Concerti del Palazzo di Stato del Cremlino a Mosca. Un evento che comunque vedrà delinearsi la fase finale dei Mondiali con i gironi che saranno sviluppati e sarà possibile anche capire quali saranno gli andamenti in vista degli ottavi di finale. Perché nonostante l'eliminazione da parte dell'Italia non toglie l'interesse, anche se raffredda i cuori, degli appassionati di calcio italiani. Grande attenzione anche per i calciatori che militano nelle squadre di Serie A e che saranno impegnati nella manifestazione da Paulo Dybala a Lucas Biglia, da Ivan Perisic a Mauro Icardi. Parola all'urna: il sorteggio sta per cominciare! (agg. di Matteo Fantozzi)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE IL SORTEGGIO

Il sorteggio dei gironi ai Mondiali 2018 è trasmesso in diretta tv in chiaro per tutti, sia su Rai Due sia su Italia 1, ma anche sui canali del digitale terrestre a pagamento (Premium Sport): in studio Roberto Ciarapica e i suoi ospiti per gli approfondimenti, Angiolo Radice a Mosca per le interviste e i contributi con la telecronaca di Ricky Buscaglia. Evento che chiaramente potrà essere seguito anche in diretta streaming video visitando la pagina di Video Mediaset e andando sul canale di riferimento; altra possibilità è quella di Premium Play, applicazione che gli abbonati alla tv a pagamento possono attivare senza costi aggiuntivi sui loro dispositivi mobili. Per la Rai naturalmente lo streaming sarà garantito invece da Rai Play gratuitamente per tutti.

Negli anni abbiamo dato talmente per scontata la presenza dell'Italia ai mondiali di calcio che la mancata qualificazione a Russia 2018 ha rappresentato uno shock per l'intatto Paese: non accadeva da 60 anni che gli azzurri saltassero la fase finale di una coppa del mondo, e all'era il calcio non era ancora diventato la macchina da soldi che produce e fattura miliardi ogni anno. Al di là dell'enorme danno economico che deriva dall'assenza della nazionale italiana al mondiale, questa sarà la prima generazione che non si appassionerà a vedere un Belgio-Uruguay (tanto per fare un modello) dinanzi alla tv: sinceramente, a quale italiano (che non sia calciofilo fino al middolo) interesserebbe le sorti di una simile partita, ben sapendo che non ci riguarderà in alcun modo? Per forza di cose, almeno dalle nostre parti, questo mondiale non avrà l'appeal dei precedenti (non a caso il prezzo dei diritti tv è letteralmente crollato), ed è un vero peccato perdere potenziali nuovi appassionati: la FIGC dovrà rispondere anche di questo. (agg. di Stefano Belli)

GLI STADI DI RUSSIA 2018

Saranno 12 gli stadi che ospiteranno le partite valide per la fase finale di Russia 2018: la gara inaugurale si disputerà presso il Luzhniki venerdì 14 giugno, tale impianto ospiterà inoltre l'atto conclusivo della kermesse iridata in programma domenica 15 luglio. La Zenit Arena di San Pietroburgo sarà il teatro della finale per il terzo posto, oltre che di una delle semifinali, mentre lo Stadio Olimpico di Sochi e la Kazan Arena ospiteranno rispettivamente un ottavo e un quarto di finale. Si giocherà anche all'Otkrytie Arena (Mosca), all'Arena Baltika di Kaliningrad, allo Stadio di Niznij Novgorod, allo Futbol'njy Stadion di Samara, alla Mordovia Arena di Saransk, alla Rostov Arena e allo Stadio Centrale di Ekaterinburg. L'impianto con la maggior capacita è il Luzhniki con oltre 81 mila posti a sedere. (agg. di Stefano Belli)

GLI "ITALIANI" IN GIOCO

Sono tantissimi i calciatori "italiani" impegnati al Mondiale Russia 2018 e quindi anche per questo sarà interessante seguire il sorteggio che si svolge oggi 1 dicembre 2017. No, l'Italia non è stata ripescata in vista della manifestazione più importante del calcio internazionale, ma semplicemente con il virgolettato italiani si intende quei calciatori che militano nel nostro campionato. C'è grande attesa per l'Argentina di Mauro Icardi, Paulo Dybala e Lucas Biglia dove potrebbe non trovare spazio Gonzalo Higuain con Jorge Sampaoli che non lo convoca ormai da diverso tempo. Come il Pipita a azzardo c'è Radja Nainggolan con il nuovo commissario tecnico del Belgio che clamorosamente ne preferisce altri a lui. Al Mondiale andranno anche due difensori del nostro campionato come Medhi Benatia nel Marocco e Kalidou Koulibaly nel Senegal. Ci sarà al Mondiale anche Juan Cuadrado protagonista nelle qualificazioni con la Colombia. Attenzione poi alla Croazia dove vedremo i calciatori dell'Inter Ivan Perisic e Marcelo Brozovic e lo juventino Mario Mandzukic. Nel Brasile poi si parte dalla porta dove vedremo il romanista Alisson, in difesa invece ci sarà Alex Sandro. Juventus ancora protagonista visto che presterà Lichtsteiner alla Svizzera,Sami Khedira e Benedikt Howedes alla Germania, Szczesny alla Polonia e Rodrigo Bentancur all'Uruguay dove giocherà anche Matias Vecino dell'Inter. Altri? Staremo a vedere quali saranno le sorprese. (agg. di Matteo Fantozzi)

LE ESORDIENTI

La ventunesima edizione del campionato del mondo di calcio si terrà in Russia dal 14 giugno al 15 luglio 2018 e vedrà ai nastri di partenza due nazionali esordienti: l'Islanda e Panama. Per entrambe si tratta del debutto assoluto nella kermesse iridata, anche se l'Islanda ha già trovato il modo di farsi conoscere e apprezzare dai tifosi del vecchio continente. Agli ultimi europei del 2016 in Francia gli islandesi furono tra le rivelazioni del torneo, approdando fino ai quarti di finale dopo aver eliminato nel turno precedente nientemeno che l'Inghilterra; l'obiettivo è ripetere l'exploit su scala planetaria. Il piccolo paese centramericano ha invece conquistato la storica qualificazione alla fase finale di una coppa del mondo grazie a un gol fantasma che ha consentito ai panamensi di battere il Costa Rica a spese degli Stati Uniti che mancheranno all'appello per la prima volta dal 1986. Gli USA sono uno dei grandi assenti assieme a Cile, Olanda e, ahinoi, Italia. (agg. di Stefano Belli)

LA RUSSIA APRE ALLE BANDIERE ARCOBALENO

L'omosessualità nel calcio è un argomento tabù nel calcio con tante polemiche che si accavallano anche attorno a rumors, indiscrezioni e magari foto di paparazzi. Di certo in corrispondenza del sorteggio dei Mondiali 2018 arriva una notizia che non può essere sottovalutata. Ha parlato infatti l'ambasciatore della manifestazione Alexei Smertin che ha sottolineato come non saranno vietate le bandiere arcobaleno simbolo del movimento omosessuale internazionale. Fino qui niente di strano se non si sottolinea che in Russia vige il divieto di fare propaganda omosessuale. Smertin ha voluto precisare: "La legge parla di propaganda nei confronti dei minori, ma non credo che durante i Mondiali ci sarà qualcuno che andrà nelle scuole a parlare dei gay e del loro mondo". La Russia sotto questo punto di vista è un paese molto arretrato, basti pensare che fino al 1993 l'omosessualità era un reato. Vedremo se durante la cerimonia del sorteggio di oggi ci sarà modo di parlare di un argomento molto delicato di cui sentiremo sicuramente ancora novità da qui all'inizio dei Mondiali. (agg. di Matteo Fantozzi)

CANNAVARO, TOCCO AZZURRO

Il sorteggio dei Mondiali 2018 purtroppo non ci vedrà protagonista, ma ci sarà anche un po' di Italia in questo evento internazionale che introduce la manifestazione sportiva più importante svolta tra nazionali. Questa prenderà il via in estate in Russia dove non si è mai giocata la Coppa del Mondo in passato. A rendere merito al nostro paese ci sarà l'ultimo capitano azzurro in grado di alzare la coppa al cielo, Fabio Cannavaro. L'ex calciatore di Parma e Juventus sarà presente infatti durante la cerimonia del sorteggio ai Mondiali insieme a tanti altri calciatori importanti come Gary Lineker, pronto a presentare la cerimonia, oltre a Laurent Blanc, Cafu, Gordon Banks, Diego Maradona, Carles Puyol e Diego Forlan tra gli altri. Sul palcoscenico porterà la Coppa del mondo Miroslav Klose che detiene ancora il record di gol nella manifestazione ben sedici, fu capocannoniere in Asia nel 2002. (agg. di Matteo Fantozzi)

ORARIO E PRESENTAZIONE SORTEGGIO

LA FORMULA

Il sorteggio per formare i gironi dei Mondiali 2018 segue una formula con regole ben precise: non sono tante ma definite. La prima ovviamente riguarda le fasce, stabilite secondo il coefficiente FIFA entro e non oltre il mese di ottobre: ogni girone sarà composto da nazionali appartenente a fasce diverse. Poi, non possono esserci due nazionali appartenenti alla stessa federazione nello stesso gruppo: l’unica eliminazione è rappresentata dall’Europa che ha qualificato 13 squadre (la quattordicesima è la Russia, Paese ospitante e qualificata di diritto): per il Vecchio Continente il limite massimo è di due rappresentanti per girone. Per il resto è naturalmente tutto libero: le prime due squadre di ogni gruppo (che si gioca con la formula del round robin in partite di sola andata) vanno agli ottavi di finale. Verranno formati gli accoppiamenti tra i gironi e quelli di tutti i turni ad eliminazione diretta, agli ottavi le prime dei gruppi sfideranno le seconde.

LE FASCE

Come avevamo già scritto a suo tempo, a rimanere fuori dalle teste di serie è stata incredibilmente la Spagna: ottava nel ranking FIFA a ottobre, ha dovuto cedere la sua posizione alla Russia che, in quanto padrona di casa, aveva uno spot riservato tra le migliori. Insieme a lei Brasile, Argentina, Germania, Portogallo, Francia, Belgio e Polonia; il fatto però che in seconda fascia ci siano appunto la Spagna e anche Inghilterra, Croazia e Svizzera (oltre a Colombia e Uruguay) fa in modo che almeno una grande sfida nei gironi sia più o meno garantita. A dare poi la dimensione al gruppo saranno le nazionali in terza e in quarta fascia: nelle prove generali, che anticipano sempre il sorteggio ufficiale, la Svezia ha pescato Brasile e Inghilterra oltre all’Australia - mai da sottovalutare. Sarebbe un vero e proprio girone di ferro, ma potrebbe capitare anche peggio: per modello un gruppo con Argentina, Spagna, Danimarca e Nigeria non sarebbe esattamente affabile per alcuna nazionale.