Forum Russia Italia Il più grane punto di riferimento nel web per tutto quanto concerne la Russia!Forum Russia Italia

Probabili formazioni e quote / Russia Croazia, ultime novità: Dzagoev grande assente (Mondiali 2018, quarti)

Probabili formazioni Russia Croazia: le quote e le ultime novità live sugli schieramenti delle due nazionali. Qualche dubbio per entrambi i CT in vista dei quarti di finale dei Mondiali 2018

Alan Dzagoev, come abbiamo visto nelle probabili formazioni di Russia Croazia, non ci sarà: per il trequartista del Cska Mosca i Mondiali 2018 sono finiti nel giro di mezz’ora. Un infortunio muscolare all’esordio contro l’Arabia Saudita, lasciando il posto a Denis Cheryshev che è subito risultato decisivo con una doppietta; il classe ’90 ancora una volta ha dovuto ammettere di sedersi e mettersi ai margini. Uno dei grandi gioielli di questa generazione della Russia, la sua occasione era arrivata agli Europei 2012: pronti via, aveva confermato le attese realizzando una doppietta nella prima partita. In gol anche contro la Polonia, purtroppo era uscito di scena presto: la sua nazionale aveva perso contro la Grecia la partita decisiva per andare ai quarti. Da allora Dzagoev ha segnato altri tre gol in nazionale, e soprattutto ha vissuto un altro brutto infortunio nella seconda parte del 2016, quando si è fratturato il metatarso; poi ha avuto problemi al tallone d’Achille ma era comunque arrivato ai Mondiali, solo per perderli immediatamente. (agg. di Claudio Franceschini)

IL DUELLO DEI PORTIERI

Il grande duello nelle probabili formazioni di Russia Croazia non può che essere quello tra i due portieri: Igor Akinfeev da una parte, Danijel Subasic dall’altra. Già nel corso della fase a gironi avevano giocato molto bene, tant’è vero che l’estremo difensore della Croazia aveva chiuso le due partite nelle quali era stato impiegato senza subire gol; quando sono arrivati gli ottavi, entrambi sono diventati protagonisti. Akinfeev ha parato i rigori di Koke e Iago Aspas, portando la Russia al primo quarto di finale mondiale nella sua storia; Subasic ha fatto addirittura meglio nella lotteria contro la Danimarca, frenando prima Christian Eriksen, poi Lasse Schone e infine Nicolai Jorgensen, annullando gli errori di Milan Badelj e Josip Pivaric e qualificando la Croazia. Entrambi sono portieri di grande esperienza, che hanno superato i 30 anni e ben conoscono le atmosfere intense e magiche della Champions League; si preparano a questo quarto di finale con grande attenzione e determinazione, i compagni si fidano ciecamente di loro e dunque staremo a vedere se Akinfeev e Subasic sapranno essere ancora decisivi. (agg. di Claudio Franceschini)

IL PROTAGONISTA

Quale sarà il protagonista di Russia Croazia? Studiando le probabili formazioni lo individuiamo in Ante Rebic, del quale abbiamo parlato in precedenza: 24 anni, era passato dall’Italia quando aveva 18 anni. Ci aveva creduto la Fiorentina, ma con i viola il croato non aveva avuto troppo spazio. Tornato al Lipsia e nuovamente a Firenze, era poi passato dal Verona; fino a qualche giorno fa è stato di proprietà dei viola che poi lo hanno definitivamente ceduto all’Eintracht Francoforte, dove lo scorso anno ha giocato 28 partite con 9 gol. Ai Mondiali 2018 è finalmente arrivata la sua grande consacrazione: schierato titolare dal suo Commissario Tecnico, Rebic ha ripagato la fiducia segnando il gol che ha permesso di aprire le danze nel 3-0 all’Argentina, e poi è stato uno dei migliori anche nell’ottavo di finale contro la Danimarca. Come detto è stato lui a procurarsi il rigore che Luka Modric ha sbagliato a tre minuti dai tempi supplementari; la sua crescita è esponenziale, e adesso l’esterno offensivo sogna di fare la differenza per portare la sua Croazia in semifinale. (agg. di Claudio Franceschini)

I NOMI A RISCHIO

Sono davvero tanti i diffidati che leggiamo nelle probabili formazioni di Russia Croazia: come sappiamo le sanzioni disciplinari ai Mondiali 2018 si annullano dopo i quarti di finale, dunque chi dovesse essere ammonito oggi dovrà suo malgrado saltare l’eventuale semifinale. A livello numerico la Russia è messa leggermente meglio, pur rischiando: sono infatti diffidati Ilya Kutepov, Yuri Gazinskiy, Roman Zobnin, Aleksandr Golovin e Fedor Smolov, dunque i padroni di casa potrebbero affrontare una semifinale senza i due mediani titolari e perdendo anche Kutepov, uno dei pilastri della difesa, e quel Golovin che è il calciatore di maggiore talento. Nella Croazia i giocatori a azzardo di squalifica sono addirittura sei: si tratta di Tin Jedvaj, Sime Vrsaljko, Vedran Corluka, Ivan Rakitic, Ante Rebic e Mario Mandzukic. Quattro di questi sono titolarissimi: affrontare una semifinale senza la regia di Rakitic, le folate di Rebic e Vrsaljko o la capacità di fare reparto di Mandzukic sarebbe un bel problema per Zlatko Dalic, ed è anche per questo che almeno inizialmente la sua Croazia potrebbe essere modificata. (agg. di Claudio Franceschini)

LE ULTIME NOVITA'

Russia Croazia, che si gioca alle ore 20:00 di sabato 7 luglio, rappresenta l’ultimo quarto di finale nei Mondiali 2018: la vincente affronterà una tra Svezia e Inghilterra che saranno in campo qualche ora prima. Una partita questa che appare piuttosto incerta: la Croazia è sicuramente superiore per qualità ed esperienza e sta esprimendo un bel gioco, ma la Russia è forte del fatto di giocare in casa, avrà il sostegno di tutto il Luzhniky e ha già eliminato la Spagna, cosa che ovviamente ha aumentato le sue possibilità. Entrambe le nazionali arrivano da una lotteria dei calci di rigore: hanno giocato 120 minuti pochi giorni fa e questo potrebbe pesare sulla condizione e sulla brillantezza. Andiamo comunque a vedere in che modo i due Commissari Tecnici potrebbero presentare le loro squadre sul terreno di gioco, analizzando in maniera più dettagliata le probabili formazioni di Russia Croazia.

QUOTE E PRONOSTICO

Nonostante la possibilità di giocare in casa, la Russia non parte favorita nel pronostico di questo quarto di finale: l’agenzia di scommesse Snai ci dice infatti che è la Croazia la nazionale con le maggiori possibilità sulla carta, avendo una quota di 2,20 sulla sua vittoria (segno 2). Per il successo della Russia dovrete giocare il segno 2 e il valore è 3,90; segno X per il pareggio e, se la partita dovesse effettivamente andare ai tempi supplementari, la vostra vincita sarebbe di 3,05 volte la cifra che avrete deciso di investire.

PROBABILI FORMAZIONI RUSSIA CROAZIA

La Russia ritrova Smolnikov che ha scontatola squalifica, ma dovrebbe essere ancora Mario Fernandes a giocare come terzino destro; la difesa sarà comunque a tre con Kutepov, Ignashevich e Kudryashov e dunque i laterali giocheranno in linea con il centrocampo. Qui, primo dubbio per Stanislav Cherchesov: Gazinskiy sembra pronto a riprendersi il posto che negli ottavi gli aveva strappato Kuzyaev, mentre va verso la conferma l’intoccabile Zobnin. A sinistra giocherà Zhirkov; altro punto di domanda aperto sulla trequarti, perchè Cheryshev è il cannoniere della Russia in questi Mondiali ma anche contro la Spagna è partito dalla panchina, lasciando spazio a Samedov. Anche per questa partita dunque la scelta potrebbe essere confermata; ci sarà certamente il gioiellino Golovin, lui e chi uscirà dal ballottaggio saranno adibiti ad accompagnare il lavoro della prima punta Dzyuba. Anche lui non era partito titolare: la prima partita - quella contro l’Arabia Saudita - l’aveva giocato Smolov, ma il grande impatto dell’attaccante dello Zenit ha convinto Cherchesov a cambiare le sue idee.

Zlatko Dalic non dovrebbe avere dubbi: la sua Croazia sarà la stessa che ha battuto la Danimarca, al netto di qualche problema fisico che potrebbe saltar fuori all’ultimo momento. Davanti a Subasic giocheranno allora Vida e Lovren, con Vrsaljko che si posizionerà a destra e Strinic schierato dall’altra parte del campo; solita cerniera mediana di grande qualità, con Rakitic che si occupa dell’impostazione e Brozovic che, pur curandosi maggiormente dell’interdizione, può dargli una mano a rendere fluida la manovra della nazionale balcanica. Modric quindi giocherà ancora una volta come trequartista in appoggio alla prima punta che ancora una volta sarà Mandzukic, decisivo nel pareggiare subito la rete segnata dalla Danimarca; non cambiano nemmeno gli esterni offensivi, a sinistra ci sarà il fondamentale Perisic mentre a destra continua a correre Rebic, che si può considerare la vera rivelazione della Croazia per l’impatto che ha avuto sulle sorti della squadra - suo il rigore procurato e poi sbagliato da Modric negli ottavi.

IL TABELLINO

RUSSIA (3-4-2-1): 1 Akinfeev; 3 Kutepov, 4 Ignashevich, 13 Kudryashov; 2 Mario Fernandes, 8 Gazinskiy, 11 Zobnin, 18 Zhirkov; 17 Golovin, 19 Samedov; 22 Dzyuba

A disposizione: 20 Gabulov, 12 Lunev, 23 Smolnikov, 14 Granat, 5 Semenov, 7 Kuzyaev, 16 An. Miranchuk, 15 Al. Miranchuk, 21 Erokhin, 6 Cheryshev, 10 Smolov