Forum Russia Italia Il più grane punto di riferimento nel web per tutto quanto concerne la Russia!Forum Russia Italia

Appoggio politico e non militare: la richiesta americana all’Italia

«Stiamo lavorando con i nostri alleati e partner nel mondo, per raccogliere informazioni e discutere le possibili risposte al più attuale attacco con le armi chimiche». Sono le parole con cui un portavoce del dipartimento di Stato ha replicato ufficialmente ad una domanda diretta della Stampa, riguardo le consultazioni con l’Italia sulla Siria, e l’appello del presidente Putin a Roma affinché non collabori con eventuali azioni militari. Il portavoce poi ha aggiunto una nota di prudenza: «Tuttavia, come il presidente ha detto ripetutamente, noi non anticiperemo alcuna azione specifica». 

La domanda era esplicita, e quindi la risposta è chiara, sommandola a quella che ci aveva dato la Casa Bianca mercoledì. Se avverrà, gli Usa considerano l’eventuale intervento in Siria come un’operazione che va oltre la punizione di Assad per l’uso delle armi chimiche, come era avvenuto un anno fa. Se avessero voluto un raid di quel genere, lo avrebbero già lanciato. Stanno invece consultando gli alleati, a partire da Francia e Gran Bretagna, ma non solo, per almeno due motivi: primo, fornire una copertura internazionale all’eventuale attacco, visto che al momento l’Onu è paralizzata dal veto russo, anche sulla semplice riattivazione del meccanismo Jim per indagare a Douma; secondo, dare profondità politica e strategica al possibile intervento.