Forum Russia Italia Il più grane punto di riferimento nel web per tutto quanto concerne la Russia!Forum Russia Italia

Migranti, non facciamoci illusioni, l’Italia è sempre più sola

Si stabiliscono accordi per affrontare l’emergenza, ma all’atto pratico la questione migranti viene affrontata in un solo modo. Lasciando la patata bollente all’Italia, sfavorita da diverse circostanze, e incapace di reclamare potere decisionale nei confronti dell’Ue

Massì, facciamoci quattro risate con i Pandur, i mezzi corazzati che il Governo austriaco ha schierato al confine del Brennero per bloccare i migranti in arrivo dall’Italia. Perché non c’è niente da ridere, nonostante Jean Claude Juncker, presidente della Commissione europea, li abbia definiti “ridicoli”, con quei pochi deputati del Parlamento europeo (il 5% del totale) che si sono presentati a discutere del semestre gestito da Malta e di politiche migratorie, cioè del tema più caldo del momento.

L’aria che tira in Europa è questa: di fronte al problema dei flussi migratori l’Italia è e resterà politicamente sola. Abbiamo tutto contro: la posizione geografica (siamo un ponte naturale tra Europa e Africa e Medio Oriente), il confine di mare (che ci impedisce di tirar su muri come hanno fatto Spagna, Ungheria, Bulgaria, Macedonia, Austria e Francia) e i regolamenti comunitari, primo fra tutti quello di Dublino che impone al Paese di sbarco tutti gli oneri dell’accoglienza e che infatti neppure uno vuole cambiare. Ogni convegno internazionale, summit bi o trilaterale e persino le assemblee di condominio lo confermano. Il piano per ricollocare 160 mila migranti arrivati in Italia e in Grecia nel resto della Ue? Un grottesco fallimento. La proposta di far giungere anche nei porti di Francia e Spagna le navi cariche di migranti sottratti al mare? Strangolata alla nascita. E così via, di rassicurazione in rassicurazione, da una promessa all’altra, di fregatura in fregatura. Fa comodo a molti che si ripeta quanto è successo in questo 2017, quando l’85% dei migranti arrivati in Europa via mare è sbarcato in Italia. Una pacchia per 27 Paesi, peccato che il ventottesimo siamo noi.