Forum Russia Italia Il più grane punto di riferimento nel web per tutto quanto concerne la Russia!Forum Russia Italia

UFFICIALE: il Napoli ha preso Kévin Malcuit dal Lille

È quasi scontato che l’Italia a novembre sarà costretta a giocare i play-off per l’accesso ai Mondiali del 2018. Gli Azzurri, dopo la vittoria di ieri per 1-0 su Israele (vedi articolo), hanno ipotecato quantomeno il secondo posto utile per gli spareggi. In questo caso si tornerebbe a un dentro o fuori come accaduto vent’anni fa, curiosamente proprio con la Russia che ospiterà la fase finale del torneo a giugno.

Il gol di Ciro Immobile ha permesso all’Italia di battere Israele e salire a +6 sull’Albania terza, compartecipe anche l’1-1 della nazionale ora guidata da Christian Panucci in Macedonia. Dando per scontato che la Spagna non avrà difficoltà a blindare il primo posto, soprattutto dopo il 3-0 di sabato a Madrid, agli Azzurri servirà un punto nelle ultime due giornate a ottobre (contro Macedonia e la stessa Albania) per essere sicuri nei primi due posti del girone, anche se potrebbero servirne di più per evitare di finire come peggiore seconda ed essere così esclusi (il complicato meccanismo delle seconde classificate prevede che si calcolino i punti escludendo quelli ottenuti contro l’ultima di ciascun girone). A novembre quindi, salvo scenari apocalittici (per usare le parole del presidente federale Carlo Tavecchio) saranno play-off con andata e ritorno, vent’anni dopo l’ultima volta.

Nelle qualificazioni ai Mondiali di Francia ’98 l’Italia viene inserita nel Gruppo 2, con l’Inghilterra reduce dagli Europei in casa dove aveva raggiunto le semifinali. Non è un sorteggio facile ma, nonostante gli Azzurri arrivino dal disastro a EURO ’96 (eliminazione ai gironi), si comincia con due successi incoraggianti con Moldavia (1-3, con l’unico gol subito) e Georgia (1-0). A dicembre ribaltone in panchina: Arrigo Sacchi si dimette per tornare al Milan, dove Silvio Berlusconi ha esonerato Óscar Washington Tabárez dopo una sconfitta per 3-2 a Piacenza causata da un gol in rovesciata di Pasquale Luiso. Al suo posto promosso dall’Under-21 Cesare Maldini, per tre volte consecutive campione agli Europei di categoria. L’inizio ufficiale del nuovo CT è uno storico successo a Wembley, il 12 febbraio 1997, 0-1 all’Inghilterra con gol di Gianfranco Zola, all’era in forza al Chelsea, ma nonostante cinque vittorie nelle prime sei giornate due pareggi per 0-0, in casa di Polonia e Georgia, causano il sorpasso inglese. All’ultima giornata, l’11 ottobre 1997, all’Italia serve solo la vittoria per passare direttamente, ma all’Olimpico di Roma finisce nuovamente 0-0. La classifica finale dice Inghilterra 19 e Italia 18, il passaggio ai Mondiali è rimandato.

È quindi spareggio, condizione imprevista alla vigilia. Il doppio impegno aggiuntivo causa uno slittamento del campionato di Serie A, che perde due domeniche per preparare i play-off e deve recuperarle nel 1998 con un turno infrasettimanale e un’ulteriore settimana a fine stagione. Il sorteggio oppone gli Azzurri alla Russia, già battuta un anno prima nell’unico successo agli Europei inglesi. Il 29 ottobre 1997 partita d’andata a Mosca, nello stadio della Dinamo, ma lì è già pieno inverno e nevica, tanto che si gioca col pallone arancione e il terreno è in pessime condizioni. Alla mezz’ora Andrej Kanchelskis, della Fiorentina, finisce addosso a Gianluca Pagliuca e gli causa un infortunio alla gamba: il portiere dell’Inter è costretto a uscire, entra Gianluigi Buffon che fa così il suo esordio in nazionale maggiore. A inizio ripresa un buco di Achrik Cvejba mette Christian Vieri solo dinanzi a Ovchinnikov e il suo sinistro vale il preziosissimo vantaggio, ma passano tre minuti e su tiro-cross di Dmitri Khokhlov una deviazione nella propria porta di Fabio Cannavaro causa l’1-1 con cui si chiude l’convegno. Il ritorno è in programma il 15 novembre al San Paolo di Napoli, dove Pierluigi Casiraghi ripete quanto fatto alla stessa Russia agli Europei e al 54′ con un sinistro in diagonale firma l’unica rete del match. Con grande fatica l’Italia passa e va ai Mondiali, ora tocca a Gian Piero Ventura ripetere la qualificazione tramite i play-off.