📁
Forum Russia Italia Il più grane punto di riferimento nel web per tutto quanto concerne la Russia!Forum Russia Italia
Benvenuto!

Relazioni culturali

La cooperazione intergovernativa in campo culturale tra Italia e Federazione Russa è disciplinata dall’Accordo di collaborazione nel campo della Cultura e dell`Istruzione firmato il 10 febbraio 1998 a Mosca ed in vigore dal 2000. Una serie di Protocolli esecutivi di durata triennale regola lo svolgimento dei principali eventi.

Il 2011 è stato proclamato “Anno della cultura e della lingua italiana in Russia e della cultura e della lingua russa in Italia”.  Il calendario delle manifestazioni e degli eventi prevede lo scambio di importanti mostre, concerti, conferenze, festival teatrali, al quale lavorano i Coordinatori incaricati dai rispettivi Governi, Giuliano Urbani e Mikhail Shvidkoy. L’anno sarà inaugurato in Italia da una mostra a Roma dedicata a Alexander Deineka, uno degli esponenti più originali del realismo sovietico e a fine anno vedra' in Russia una rappresentazione del Balletto della Scala al Bolshoi di Mosca, in qualità di primo ente straniero ospite dopo il completamento di un radicale restauro.  Sempre a Mosca, il Museo Pushkin ospiterà una mostra dedicata al Caravaggio.

Esiste in Russia un grande interesse per la cultura italiana in tutti i suoi aspetti.  La presenza di artisti italiani nel Paese ed in particolare nella capitale attira quindi sempre l’attenzione di un vasto pubblico.

Tra gli appuntamenti culturali fissi, Mosca e San Pietroburgo sono dal 1998 tra le sedi internazionali del “New Italian Cinema Events ” (NICE), festival nell’ambito del quale sono presentati film di registi italiani di successo ed esordienti. Ormai da due anni viene proposta nella capitale russa anche la rassegna “Il Festival del Cinema da Venezia a Mosca”, che propone pellicole presentate nella città lagunare in occasione dell’ultima manifestazione. Avvalendosi delle possibilità offerte dall’Accordo bilaterale sulla coproduzione cinematografica, è stato realizzato il primo film in produzione congiunta, “Dieci inverni” (per la regia dell’esordiente Valerio Mieli), distribuito nel 2009.

Il Piccolo Teatro di Milano compie da alcuni anni una regolare tournée in Russia presentando spettacoli di lirica (“Così fan tutte”) o di prosa (“Una delle ultime sere di Carnovale”, “Arlecchino Servitore di due padroni”, atteso anche nel 2011).

Nel campo della letteratura, il pubblico russo è molto attento alle novità editoriali italiane. I libri italiani di successo sono tempestivamente tradotti in russo dalle maggiori case editrici e sono valorizzati nelle grandi librerie delle città russe.

L’Istituto Italiano di Cultura a Mosca collabora alle attività di divulgazione anche attraverso il Premio di poesia “Lerici Pea” , conferito a traduttori russi di poeti italiani, di cui si svolgerà nella primavera del 2011 la III edizione.

Anche nel 2011 la partecipazione italiana alla Fiera Internazionale del Libro di Mosca (settembre) costituirà un importante momento di incontro con il pubblico e gli operatori russi.

Il Foro di Dialogo italo-russo delle società civili

Nel 2004 è stato istituito il “Foro di Dialogo italo-russo delle Società Civili”  per lo sviluppo della collaborazione e del dialogo informale, aperto alla partecipazione di eminenti personalità dei due Paesi, nel campo sociale, politico, economico, scientifico e culturale: dal 2005 ad oggi hanno avuto luogo una serie di eventi (tavole rotonde, conferenze, concerti, mostre, ecc.) nelle rispettive capitali nonché in altre città (Venezia, Milano).  L’ultima edizione del Foro si è svolta il 3 dicembre 2010, alla vigilia del Vertice intergovernativo italo-russo.

Scambi giovanili

L’Accordo intergovernativo del 15 gennaio 2001, ratificato con legge del 3 giugno 2003, n. 153, prevede una cooperazione a livello di “scambi giovanili di ogni tipo fra l’Italia e la Federazione Russa, a livello nazionale e regionale, sotto forma sia di gruppi sia di singoli individui”. Ogni biennio si riunisce una Commissione italo-russa che definisce con un Protocollo il programma di lavoro.

Borse di studio

Vi sono scambi tra i due Paesi a livello di formazione universitaria e post-universitaria, con un’offerta annuale di borse di studio pari a 160 mensilità da parte italiana e 90 mensilità da parte russa.

Studio della lingua italiana

L’interesse per lo studio della lingua italiana ha una lunga tradizione in Russia ed è motivato da interesse culturale, ma spesso anche dal desiderio di includere la conoscenza dell’italiano nel proprio curriculum a fini professionali. La presenza economica e commerciale italiana è un dato acquisito nella società russa e molti giovani ambiscono ad avere l’opportunità di lavorare per un’organizzazione o un’impresa italiana.

Corsi di lingua sono offerti dall’Istituto Italiano di Cultura, mentre a livello accademico vi sono corsi di italiano a cura di lettori inviati dal Ministero degli Affari Esteri presso l’Università Lomonosov a Mosca, nonché presso l’Università di Stato di San Pietroburgo. Numerose altre Università russe offrono corsi accademici a cura di insegnanti locali: a Mosca l’Università Linguistica di Stato e l’Università per le Scienze Umanistiche.

I corsi di lingua offerti dall'Istituto Italiano di Cultura di Mosca e dalla Sezione di San Pietroburgo riscuotono negli ultimi anni un crescente successo, come dimostrato dall'incremento complessivo degli iscritti, da 1100 nel 2007 a 2300 nel 2010.

Molto attive nel territorio della Federazione anche le Società Dante Alighieri, le quali offrono corsi di Italiano ad opera di insegnanti qualificati, rilasciando certificazioni delle competenze linguistiche maturate attraverso specifici esami (PLIDA)

Studio della lingua italiana per stranieri (in Italia)

Eduitalia è un’associazione che rappresenta circa 50 scuole ed università che offrono in Italia corsi per studenti stranieri, sia di lingua italiana, che di diversi ambiti culturali. Il sito di Eduitalia funziona da vero e proprio motore di ricerca, attraverso il quale individuare il corso desiderato nella città desiderata.

ISTRUZIONE

In ambito educativo l’Ambasciata opera attraverso gli Istituti Italiani di Cultura di Mosca  e San Pietroburgo  per il settore Università, e tramite i Consolati Generali d’Italia di Mosca e di S. Pietroburgo per il settore Scuole.

L'Ufficio del Dirigente Scolastico del Consolato Generale d’Italia a Mosca opera presso l’Ambasciata ed è preposto anche al programma di diffusione della lingua italiana nel territorio della Federazione.

Settore Scuole

Programma di diffusione della lingua italiana in Russia – PRIA
Scuola bilingue italo russa n. 136 di Mosca
Scuola paritaria italiana “Italo Calvino” di Mosca

Informazioni di carattere consolare (equipollenza dei titoli di studio, dichiarazione di valore, etc.) possono essere reperite presso il Consolato Generale d'Italia a Mosca.

PROGRAMMA “P.R.I.A.”

Il Programma P.R.I.A. , acronimo in russo per “programma di diffusione della lingua italiana in Russia”, nasce ad opera dell’Ufficio Istruzione del Consolato generale d’Italia, con sede presso l’Ambasciata d’Italia a Mosca, affiancato da un gruppo di scuole russe desiderose di inserire l’Italiano nel proprio percorso formativo.

Il Programma P.R.I.A consiste in una costante opera di promozione della lingua italiana in tutto il territorio della federazione Russa, con conseguente individuazione delle scuole che intendono attivarne l’insegnamento come seconda o terza lingua straniera, in attesa di una possibile introduzione da parte del Ministero russo dell’Educazione e della Scienza dell’italiano anche come prima lingua.

Nell’anno scolastico 2010-2011 si è avuto un incremento del numero delle scuole russe che aderiscono al P.R.I.A., attualmente circa 50, di cui una trentina a Mosca ed una ventina in altre città, quali San Pietroburgo, Ekaterinburg, Nizhnyi Novgorod, Samara, Rostov sul Don, Kazan, Krasnodar, Novosibirsk, Irkutsk, Vladivostok, ecc.

Capofila per la parte russa e’ il centro d’istruzione n. 1409 di Mosca, unica scuola russa in cui l’italiano è studiato sperimentalmente quale prima lingua straniera. Capofila per la parte italiana è la “Italo Calvino”, scuola paritaria italiana la cui offerta formativa va dalla scuola dell’infanzia alla terza media.

Numerose scuole ricevono annualmente un contributo finanziario da parte del nostro Ministero degli Esteri, a parziale copertura delle spese affrontate per l’attivazione di classi di italiano, anche facoltativo.

Le scuole che aderiscono al P.R.I.A vengono invitate a partecipare alle iniziative organizzate dall’Ufficio Istruzione dell’Ambasciata d’Italia per la formazione degli insegnanti russi di italiano. Il programma agevola inoltre l’avvio di scambi tra reti di scuole dei due Paesi, come pure tra singole istituzioni scolastiche.

Sono 13 i gemellaggi elettronici in corso (e-twinning) fra scuole italiane e russe, basati su progetti didattici comuni. Il programma e-twinning è gestito dalla Direzione Generale Affari Internazionali del  Ministero italiano dell’Istruzione.

SCUOLA BILINGUE N. 136  -   Mosca

La Scuola bilingue italo-russa n. 136 di Mosca, unica nel sistema formativo della Federazione, è la scuola in cui trova applicazione il Memorandum intergovernativo del 5 novembre 2003 sulla costituzione di sezioni bilingue presso scuole italiane e russe. E’ una delle scuole di maggiore prestigio, scelta dal Ministero russo dell’Educazione e della Scienza per concretizzare tale Accordo.

Gli allievi della sezione bilingue seguono il normale percorso curriculare russo, ma dall’8^ alla 11^ classe, studiano direttamente in italiano discipline quali Storia, Filosofia, Geografia e Biologia, oltre ovviamente alla Lingua e Letteratura italiana. Al fine di garantire l’invio di personale madrelingua altamente qualificato, il Ministero degli Esteri italiano seleziona periodicamente i docenti attraverso uno specifico concorso.

Il titolo conseguito dagli studenti della Scuola 136 consentirà loro di iscriversi presso un’Università italiana.

SCUOLA PARITARIA ITALIANA “ITALO CALVINO”  -  Mosca

La “Italo Calvino” di Mosca è l’unica scuola italiana nel territorio della Federazione. La sua offerta formativa spazia dalla scuola dell’infanzia alla terza media. Da quest’anno è costituita la prima classe del liceo scientifico quadriennale estero, per il quale si è in attesa di riconoscimento della parità.

Per la sua connotazione di respiro internazionale, grazie ad un percorso che mira a favorire l’integrazione delle due comunità, viene scelta dalle famiglie italiane di Mosca e, in numero sempre crescente, anche da quelle russe, desiderose di avvalersi del nostro approccio educativo, tradizionale nei contenuti ed al contempo  moderno nelle applicazioni metodologiche.

Argomenti nella stessa categoria